Home » Isole Baleari: quale scegliere per le tue vacanze

Isole Baleari: quale scegliere per le tue vacanze

di Monica

Stai pensando alle isole Baleari come meta delle tue vacanze estive ma non sai quale scegliere? Meglio Maiorca o Minorca? Meglio Ibiza o Formentera? Tutte sono accomunate da un mare limpido e spiagge da sogno ma ognuna ha delle peculiarità che la distinguono dalle altre e che la rendono più indicata a seconda che tu stia partendo per le vacanze in coppia, in famiglia o con amici.

Le Baleari sono un arcipelago al largo delle coste spagnole composte da quattro isole principali (Maiorca, Minorca, Ibiza e Formentera) molto frequentate dai turisti e da qualche isolotto minore.

Sono quasi tutte facilmente raggiungibili in aereo e durante l’estate sono molti i voli per le Baleari dai principali aeroporti italiani sia di linea che charter. L’unica a non avere aeroporto è Formentera ma potete comodamente approdare sull’isola in soli 20 minuti di traghetto da Ibiza.

Il clima è mite tutto l’anno, nei mesi più caldi la temperatura è resa più gradevole dal vento e la stagione balneare va da maggio, quando l’acqua del mare inizia ad essere tiepida, fino a fine ottobre.

Quale isola delle Baleari scegliere per le tue vacanze?

Come ti ho detto sono tutte bellissime e non sarà il loro aspetto a far ricadere la tua scelta su una di esse, bensì si distinguono per la movida, la dimensione dell’isola e anche per i costi che potrebbe avere la tua vacanza.

Inoltre, se desideri visitare più di un’isola in una settimana, ti consiglio di scegliere Ibiza e Formentera che sono quelle più vicine e meglio collegate tra di loro o, in alternativa, potresti scegliere una vacanza in barca tra le isole.

Maiorca

Maiorca

Maiorca è la più grande dell’arcipelago ed è quella che meglio soddisfa le esigenze di ogni tipo di viaggiatore. È l’ideale per le famiglie con bambini ma anche per chi cerca una vacanza culturale o per i più giovani che cercano la vita notturna.

Qui si trova la capitale delle Baleari, Palma di Maiorca, una città con un centro storico affascinante con stradine acciottolate in cui si affacciano ristoranti, negozietti e gallerie d’arte, e con monumenti storici e musei interessanti come la Cattedrale di Santa Maria, il Castello di Bellver, l’architettura di Gaudì e il Museo di Mirò.

Purtroppo è anche l’isola che è stata maggiormente colpita dalla cementificazione che ha interessato la Spagna negli anni Ottanta e, lungo la costa, soprattutto intorno a Palma, si trovano grandi palazzoni che, a mio parere, rovinano un po’ il paesaggio, ma ci sono anche bellissime e lunghe spiagge dorate e calette isolate.

Per visitare le spiagge più belle di Maiorca ti consiglio di noleggiare un’auto. Le coste sono piuttosto rocciose, creando scenari suggestivi, e si aprono su spiagge bellissime come Es Trenc, Cala Mesquida, Playa de Muro, Cala Formentor e tante piccole calette dall’acqua turchese.

Maiorca è l’ideale anche per gli amanti della natura. La Serra de Tramuntana, la catena montuosa che si trova nella parte nord occidentale dell’isola, offre paesaggi incantevoli sul mare. Un modo originale per visitarla è il trenino storico di Sóller che permette di ammirare il panorama comodamente seduti a bordo delle tradizionali carrozze in legno.

Maiorca è un’isola piuttosto costosa, soprattutto in alta stagione, ma non è difficile trovare pacchetti più economici per una vacanza di una settimana con i principali tour operator italiani.

Minorca

Minorca

Minorca è l’isola che fa per te se stai cercando una vacanza rilassante a contatto con la natura. Infatti dal 1993 è stata dichiarata Riserva della Biosfera dall’Unesco (come Lanzarote) proprio per salvaguardarne gli habitat naturali e mantenere l’equilibrio tra questi e lo sviluppo economico e turistico.

Sull’isola di Minorca sono presenti diverse riserve naturali e un parco naturale, l’Albufera des Grau, che si estende nella zona nord-est dell’isola ed è caratterizzato da zone lagunari, boschi e spazi marini con dune dove è possibile avvistare cormoirani, aironi, falchi e altri uccelli e animali.

Minorca è stata risparmiata anche dalla costruzione di grandi edifici come in altre zone della Spagna e le casette bianche si integrano perfettamente nel paesaggio. Mahón, la capitale, porta ancora tracce della presenza inglese sull’isola in epoca coloniale, mentre la Ciutadella ha un’architettura gotico barocca di influenza araba.

Ti consiglio di visitare anche i piccoli borghi di Binibèquer Vell, sorto proprio per turismo e per riproporre i piccoli villaggi bianchi del Mediterraneo (assomiglia un po’ a un villaggio della Grecia) ma molto grazioso, e El Castell, nuovamente influito dal colonialismo inglese.

A Minorca ci sono oltre 80 spiagge e piccole calette bagnate da acque turchesi e circondate da pini e macchia mediterranea. Tra le spiagge più belle: Cala Macarella, Cala Mitijana, Cala Galdana e la lunga e bianca Son Bou.

Minorca è più economica rispetto a Maiorca e alle altre isole delle Baleari e, se non hai un budget elevato, è la scelta migliore per la tua vacanza.

Ibiza

Ibiza

Ibiza è conosciuta soprattutto per il turismo giovanile, per le feste che vanno avanti tutta la notte e per le discoteche. Se cerchi il divertimento, a Ibiza lo troverai sicuramente, questo si sa.

Quello che si sa un po’ meno è che in realtà Ibiza è molto di più della trasgressione che le ha fatto acquisire l’appellativo di Isla Loca e ha spiagge bellissime e calette tranquille e selvagge che la rendono l’Isla Blanca delle Baleari.

Ibiza è Patrimonio Mondiale dell’Unesco dal 1999 proprio per le sue bellezze naturali e anche qui, come a Minorca, non mancano parchi naturali e aree protette come Ses Salines.

La capitale, la città vecchia di Ibiza, conosciuta come Dalt Vila (la città alta) o Eivissa è costruita su un promontorio ed è il punto di partenza per conoscere meglio la cultura dell’isola. Infatti, nelle case e tra le sue viuzze, sono ancora visibili i segni lasciati da Fenici, Cartaginesi e Romani fino alla conquista dei Catalani nel XIII secolo.

Ibiza è anche una meta perfetta per chi, come me, ama lo shopping per mercatini dall’atmosfera hippie, dove trovare oggetti, abiti e accessori originali. Il più conosciuto è quello di Punta Arabí a Es Canar ma se ne trovano diversi su tutta l’isola. Nell’entroterra troverai anche mercatini di prodotti artigianali e biologici.

Tra le spiagge più belle non puoi perderti: Playa d’En Bossa, Sa Caleta, Playa de Las Salinas, Cala d’Hort e, se cerchi un angolo più tranquillo e meno turistico ti consiglio Es Torrent e Cala Llentrisca.

Infine, per conoscere la vera essenza di Ibiza, ti consiglio di visitarla nei mesi fuori stagione. Il clima mite tutto l’anno ti permetterà comunque di trascorrere comunque delle piacevoli giornate di mare anche in primavera o in autunno.

Formentera

Formentera

Formentera è la più piccola delle isole delle Baleari e anche la più glamour. Scelta da molti vip per le loro vacanze, qui si trovano ristoranti e locali alla moda (e anche piuttosto costosi).

Nonostante il turismo sia cresciuto negli ultimi anni, Formentera è ancora un’isola selvaggia e il mare e le spiagge caraibiche rimangono il suo punto di forza.

Le lunghe spiagge bianche la rendono una destinazione ideale per trascorrere una piacevole vacanza in famiglia con bambini piccoli, anche se ti ricordo che sull’isola non c’è aeroporto e dovrete arrivare in traghetto da Ibiza.

Tra le spiagge più belle non puoi perderti Playa de Ses Illetes. Da qui potrai facilmente raggiungere l’isolotto de S’Espalmador, una piccola e meravigliosa isola disabitata che fa parte di un parco naturale protetto. Delle piccole barchette fanno il servizio per unire le due sponde ma i più allenati possono raggiungerlo a nuoto o, in alcune giornate, anche a piedi.

Altre spiagge bellissime sono Cala Saona, Cala Savina, Platja de Migjorn e Es Arenal, la più frequentata dell’isola con lidi attrezzati.

Se questo post ti è piaciuto condividilo su Pinterest!

isole baleari
0 commento

You may also like

Lascia un commento