Verona Piazza Bra - Arena

Visitare Verona in un giorno: itinerario a piedi per i luoghi imperdibili

0 commento
Home » Visitare Verona in un giorno: itinerario a piedi per i luoghi imperdibili

Se ti stai chiedendo cosa vedere a Verona in un giorno, sei nel posto giusto. Qui troverai il mio itinerario di un giorno a piedi a Verona che potrai seguire sulla mappa, ti accompagnerò attraverso il centro storico alla scoperta delle principali attrazioni e dei luoghi di interesse che non devi assolutamente perderti!

Verona vista da Veronetta

Verona, la città degli innamorati, dove l’amore è intessuto nella sua storia e nelle sue strade acciottolate. Celebrata da Shakespeare come il palcoscenico della tragica storia d’amore tra Giulietta e Romeo, è molto più di una città romantica. È un concentrato di bellezza, storia e sorprese che si svelano ad ogni passo. Il centro storico è un viaggio nel tempo, con monumenti romani antichi, maestose chiese gotiche e sontuosi palazzi rinascimentali.

Sono stata a Verona un giorno ma è stato sufficiente per farmi venire gli occhi a cuore davanti a ogni piazzetta e balconcino, e per gustare un meraviglioso piatto di bigoli accompagnato da un bicchiere di amarone che, ad essere onesta, mi suscitano più romanticismo di Romeo e Giulietta. Non posso che consigliarvi di andarci, Verona è un gioiellino delizioso e non vedo l’ora di tornarci!

Arrivare a Verona è facile grazie a un aeroporto ben collegato, una stazione ferroviaria a breve distanza dalla celebre Arena e comode vie di accesso. Prima di iniziare il tuo percorso, assicurati di procurarti la VeronaCard, il tuo passaporto per visitare le principali attrazioni e sfruttare i mezzi pubblici risparmiando.

💡 Con la VeronaCard puoi esplorare la città di Verona per 24 o 48 ore ed è compreso l’ingresso all’Arena di Verona con salta la fila e ai musei e monumenti della città, come la Casa di Giulietta, la Torre dei Lamberti, la Basilica di San Zeno, l’Arche Scaligere e molte altre ancora. Puoi acquistarla qui con cancellazione gratuita entro 24 ore.

Powered by GetYourGuide

Visitare Verona in un giorno: itinerario a piedi con mappa

Inizia la tua visita seguendo la mappa, dal celebre balcone di Giulietta all’iconica Arena, ti condurrò attraverso i luoghi più suggestivi della città.

Esplorare Verona è un’esperienza tutt’altro che complicata. Il cuore della città, il suo affascinante centro storico, è racchiuso all’interno delle antiche mura cittadine. Con l’itinerario a piedi che ti propongo in questo articolo, avrai l’opportunità di toccare i principali luoghi di interesse in poche ore, senza dover affrettare troppo il passo. Insomma un itinerario slow, come piace a me, con il tempo per visitare con calma i principali monumenti e fermarti a un tavolino in una delle tante deliziose piazze.

Ho suddiviso le principali attrazioni in due percorsi che puoi seguire in mezza giornata l’uno, fermandoti a pranzo in qualche osteria per assaggiare i piatti tipici.

Prenota una visita guidata di Verona con una guida autorizzata

Per permetterti di visitare Verona in poche ore, in questo itinerario ho previsto un tour all’aperto per le vie del centro storico. Se, al contrario, sei un appassionato di musei e ami esplorare l’interno dei monumenti ti consiglio di fermarti almeno 2 o 3 giorni.

Nell’articolo troverai poi ulteriori informazioni su ogni luogo di interesse. Nonostante la ricchezza di luoghi da visitare a Verona, sono situati a breve distanza l’uno dall’altro. Inoltre, nel centro storico molte strade sono riservate ai pedoni, motivo per cui Verona si presta perfettamente a essere visitata a piedi in un solo giorno.

Se visiti Verona per la prima volta, può essere una buona idea partecipare a un tour guidato a piedi con una guida locale. Se invece preferisci non fare troppa strada a piedi, ti suggerisco di prenotare i biglietti dell’autobus panoramico. Potrai salire e scendere dall’autobus ogni volta che vorrai per 24 o 48 ore.

Come arrivare e come muoversi a Verona

Il centro storico di Verona è pedonale ed è davvero semplice muoversi a piedi.

Se arrivi in auto ti consiglio di posteggiarla al Parcheggio Cittadella che si trova a pochi minuti a piedi da piazza Bra, oppure al parcheggio Saba Isolo, a pochi passi dal Ponte di Pietra.

Se arrivi in treno in treno, la stazione di Porta Nuova si trova a circa 20 minuti a piedi dal centro storico a cui è collegata anche dai mezzi pubblici. Con la Verona Card, oltre agli ingressi alle principali attrazioni della città, è compreso il trasporto pubblico urbano.

Per chi invece arriva in aereo, l’aeroporto si trova a circa 10 km dal centro ed è raggiungibile in taxi (30 euro circa) o con l’aerobus al costo di 6 euro. In alternativa puoi prenotare un transfer privato. Se invece hai intenzione di visitare anche il Lago di Garda e i dintorni di Verona, la soluzione migliore è prenotare un auto a noleggio. Ti suggerisco di confrontare i prezzi su DiscoverCars dove si trovano sempre ottime tariffe.

Prenota adesso il transfer dall’aeroporto

Prenota adesso l’auto a noleggio al prezzo migliore

Itinerario di 1 giorno a Verona: mattino

Piazza Bra e Arena di Verona

Dominata da monumenti e palazzi storici, come l’Arena di Verona, il Palazzo della Gran Guardia e Palazzo Barbieri (Municipio), la piazza è anche un vivace centro di svago. Il Liston, il marciapiede che la circonda, è il luogo preferito per piacevoli passeggiate serali o durante il weekend. Il nome “Bra” deriva dalla corruzione di “braida”, che a sua volta proviene dal termine longobardo “breit”, ovvero “largo”. Al centro, l’Arena è circondata da caffè e ristoranti che animano la piazza a ogni ora del giorno e della notte.

L’Arena di Verona, simbolo della città insieme alla Casa di Giulietta, è un maestoso anfiteatro romano di forma ellittica eretto nel I secolo d.C. e costruito con la caratteristica pietra della Valpolicella dai toni rosa e rossi. Questo imponente edificio ha resistito al tempo e conserva la sua magnificenza, diventando una delle attrazioni più famose e spettacolari della città. Utilizzato in passato per combattimenti tra gladiatori e spettacoli con animali selvatici, l’Arena è ora il palcoscenico di eventi, tra cui il rinomato festival lirico estivo e concerti di artisti internazionali. Per conoscere i segreti dell’Arena di Verona, ti consiglio un tour guidato con accesso prioritario o l’opzione della VeronaCard, che offre anche l’ingresso a altre attrazioni e trasporti gratuiti.

Acquista l‘ingresso all’Arena con accesso prioritario e guida

Verona Piazza Bra - Arena

Casa di Giulietta

Immersa nel cuore del centro storico di Verona, a pochi passi da Piazza Erbe, la Casa di Giulietta è una tappa imprescindibile per chi visita la città. Collocata all’interno del cortile di un affascinante palazzo medievale di via Cappello 23, questa dimora è stata designata come la presunta abitazione di Giulietta Capuleti.

Il suo cortile esterno è un vivace mosaico di biglietti e lettere d’amore, lasciate da innamorati provenienti da ogni angolo del mondo. Il balcone, reso celebre da Shakespeare, è il luogo da cui possiamo immaginare la giovane innamorata affacciarsi per scambiare parole d’amore con Romeo.

Varcando la soglia della casa museo, si entra in un mondo intriso di storia e mito. Mi dispiace dirtelo, ma – spoiler – non si tratta della vera casa di Giulietta e al suo interno c’è ben poco di autentico. Una collezione di incisioni, oggetti di ceramica risalenti al periodo medievale e rinascimentale, e il celebre letto utilizzato nel film di Franco Zeffirelli, contribuiscono certamente a dipingere un ritratto avvincente e realistico anche se non reale. Insomma si tratta di un’interessante operazione di marketing per attirare i turisti ma è comunque una visita piacevole.

Il cortile ospita una statua bronzea di Giulietta. Tradizione vuole che toccare il seno sinistro porti fortuna, soprattutto in amore. Con la sua atmosfera romantica e la possibilità di inviare un’email a Giulietta dalla stanza 2.0 (sì, hai letto bene!), la Casa di Giulietta offre un’esperienza indimenticabile, svelando i dettagli più intimi della storia d’amore più celebre di tutti i tempi.

L’ingresso alla Casa di Giulietta è compreso nella Verona Card.

Piazza delle Erbe e Torre dei Lamberti

L’affascinante Piazza delle Erbe è la più antica piazza di Verona. È situata infatti, sopra l’antico Foro Romano, ed è un mix perfetto di epoche passate, con gli edifici medievali che hanno sostituito lentamente le tracce dell’antica Roma.

Sul lato nord, spiccano il Palazzo del Comune, la maestosa Torre dei Lamberti e le suggestive residenze dei Mazzanti; a ovest, si affaccia Palazzo Maffei, mentre il lato sud ospita la Casa dei Mercanti. Se in epoca romana era il centro della vita politica ed economica della città, oggi Piazza delle Erbe è il cuore pulsante di Verona, con locali, bar e ristorantini che la animano ad ogni ora.

Sulla piazza svetta la Torre dei Lamberti con i suoi 84 metri di altezza. Con la Verona Card puoi salire fino alle terrazze panoramiche grazie a un comodo ascensore o, se preferisci, salendo i 368 gradini che ti porteranno ad ammirare una vista indimenticabile!

L’ingresso singolo della Torre dei Lamberti costa 6 euro e puoi prenotarlo qui.

Piazza dei Signori e Arche Scaligere

Piazza dei Signori è un’altra delle tappe da non perdere in un itinerario a piedi a Verona. È conosciuta anche come piazza Dante perché al centro si trova un’imponente statua di Dante in marmo bianco di Carrara alta tre metri, ed è circondata da alcuni palazzi che hanno avuto un ruolo di rilievo nella storia della città: la Domus Nova, la Loggia del Consiglio, il Palazzo degli Scaligeri, il Palazzo del Capitano e il Palazzo della Regione.

Piazza dei Signori è separata da Piazza delle Erbe dall’Arco della Costa, chiamato così perché dall’alto pende una costola di balena. È lì dalla metà del 1700 e secondo la leggenda cadrà solo quando passerà sotto l’arco una persona onesta. Questo potrebbe far pensare che i veronesi non siano molto integri ma sono certa che sia solo una leggenda! In realtà secondo la medicina dell’epoca, la polvere di osso di balena aveva poteri curativi, poteva quindi trattarsi dell’insegna di un’antichissima Farmacia situata proprio sotto l’arco.

Nel periodo natalizio in piazza dei Signori viene allestito un bellissimo mercatino di Natale di prodotti artigianali con le tradizionali casette in legno colme di addobbi.

A poca distanza da piazza dei Signori ai trovano le Arche Scaligere, un complesso funerario imponente realizzato per custodire le tombe dei membri della famiglia Della Scala che governò Verona nel medioevo. L’architettura gotica delle Arche Scaligere si distingue per i dettagli intricati e la maestosità dei mausolei a baldacchino che si innalzano all’interno del cortile della vicina Chiesa di Santa Maria Antica.

L’ingresso alle Arche Scaligere è compreso nella Verona Card.

Basilica di Sant’Anastasia

Rimane quasi un po’ nascosta in una piccola piazza ma in realtà la Basilica di Sant’Anastasia è una delle chiese più grandi di Verona. Si tratta di un edificio gotico realizzato dai domenicani che si insediarono qui intorno al 1290, con il contributo della famiglia Della Scala.

La facciata è incompiuta ma ha un bel portale con marmi policromi. All’interno custodisce opere di grande interesse come la tomba pensile di Cortesia di Serego, murata in area presbiteriale, di fronte al “Giudizio” di Turone, mentre sopra la cappella Pellegrini è posizionato il celebre affresco di Pisanello “San Giorgio e la principessa”.

L’ingresso alla Basilica è a pagamento (4€) ma è compreso nella Verona Card.

Itinerario di 1 giorno a Verona: pomeriggio

Ponte Pietra

Ponte Pietra, la prima costruzione eretta dai romani nel I secolo a.C. quando giunsero a Verona, rappresenta un simbolo intramontabile di storia e resilienza. Questo antico ponte, caratterizzato dalla sua forma a “schiena d’asino” tipica dei ponti romani, ha attraversato i secoli conservando la sua maestosa presenza sul fiume Adige.

Inizialmente costruito come parte integrante del castrum romano, Ponte Pietra forniva un importante collegamento tra l’insediamento paleoveneto sulla cima di Colle San Pietro e la pianura oltre il fiume. Oggi unisce, attraverso una piacevole passeggiata, il centro storico alla zona del Teatro Romano e al vivace quartiere di Veronetta.

La sua struttura semplice ed austera ha subito numerosi restauri a causa delle inondazioni e dei danni bellici nel corso dei secoli. Durante la Seconda Guerra Mondiale, le forze occupanti minarono Ponte Pietra danneggiandolo pesantemente. Fortunatamente, parte dell’arcata sinistra resistette, diventando il punto di partenza per una meticolosa opera di ricostruzione negli anni ’50.

Il tramonto è l’ora migliore per visitarlo, quando le luci si accendono e iniziano a brillare creando un’atmosfera incredibilmente romantica.

Verona Ponte Pietra

Duomo di Verona

Nel cuore del centro storico di Verona, sorge il Duomo di Verona, conosciuto anche come Cattedrale di Santa Maria Matricolare. Questa imponente chiesa cattolica è un vero gioiello architettonico che si erge sui resti di una basilica paleocristiana. Il Duomo fa parte di un vasto complesso che abbraccia il Palazzo del Vescovado, il chiostro dei Canonici, il battistero di San Giovanni in Fonte, la Biblioteca Capitolare e la Chiesa di Sant’Elena, creando così un connubio affascinante di stili, unendo l’eleganza romanica e la maestosità gotica.

La facciata del Duomo è un capolavoro che mescola sapientemente elementi romanici e dettagli gotici. Varcando la soglia del Duomo, gli occhi vengono subito catturati dalla celebre pala dell’Assunta di Tiziano, posta sull’altare, e dal Monumento Nichesola, opera magistrale di Iacopo Sansovino situata sulla controfacciata a sinistra dell’ingresso. Attraverso un vicoletto lungo il lato sinistro della chiesa, si arriva alla chiesetta romanica di Sant’Elena, luogo in cui Dante Alighieri lesse il suo trattato “Quaestio de aqua et terra”.

Il complesso si completa con un campanile, visitabile su prenotazione, da dove potrai ammirare una vista panoramica unica sulla città ma devi essere pronto a salire delle scale piuttosto ripide.

L’ingresso al Duomo è a pagamento (4€) ma è compreso nella Verona Card.

Porta Borsari

Porta Borsari, imponente porta romana risalente al I secolo d.C., fu l’entrata principale a Verona lungo la Via Postumia durante l’epoca imperiale.

Originariamente nota come Porta Iovia, prendeva il nome da un vicino tempio dedicato a Giove. L’attuale nome invece, risale al medioevo e fa riferimento ai Borsari, i soldati di guardia che controllavano gli ingressi in città e riscuotevano i dazi vescovili.

In origine si trattava di una grande struttura articolata su tre livelli, con ampi spazi interni e due torri di guardia a difenderla. Oggi è rimasta, intatta e ben conservata, la facciata esterna in calcare bianco.

Ponte di Castelvecchio

Il Ponte di Castelvecchio è un altro ponte simbolo della città di Verona. Conosciuto anche come Ponte Scaligero ha una struttura imponente a tre arcate sul fiume Adige, resa elegante dalle decorazioni gotiche. Il ponte è parte integrante del castello a cui garantiva una via di fuga in caso di attacco nemico.

Sia il ponte che il castello furono realizzati nel Trecento per desiderio di Cangrande II Della Scala. All’interno di Castelvecchio è ospitato il Museo Civico di Verona al cui interno si trovano importanti opere di Pisanello, Veronese, Tintoretto e Mantegna.

Altre cose da vedere a Verona

  • Giardino dei Giusti, nel quartiere di Veronetta. In origine faceva parte di un complesso produttivo per la tintura della lana. Solo nel XVI secolo il palazzo venne convertito a residenza e fu realizzato uno dei più noti giardini all’italiana del tardo Rinascimento.
  • Teatro Romano. A due passi da Ponte Pietra, è un teatro all’aperto realizzato nel I secolo a.C. ai piedi del colle san Pietro. Alla fine dell’epoca romana, fu abbandonato e vi furono costruite sopra delle case per poi tornare alla luce solo alla fine dell’800. In estate viene ancora utilizzato per spettacoli e concerti.
  • Basilica di San Zeno. Al suo interno è custodita la tomba del Santo Patrono della città. In stile romanico, è caratterizzata dal cromatismo dovuto all’alternarsi di pietra di tufo e mattoni rossi. Al suo interno si trova la straordinaria pala d’altare realizzata da Andrea Mantegna.
  • Castel San Pietro. Situato sulla collina a sinistra dell’Adige, Castel San Pietro è in realtà, una caserma austriaca del XIX secolo, realizzata sovrapponendola a precedenti edifici difensivi risalenti ai tempi dei romani e dei signori della Scala. La sua attuale popolarità turistica è dovuta alla straordinaria vista panoramica che abbraccia Verona e l’Adige.

Dove dormire a Verona

  • Aparthotel Opera Relais de Charme. A pochi passi dall’Arena di Verona, una struttura di lusso con arredi di design. All’interno degli appartamenti troverete tutto il necessario per fare colazione.
  • Boutique Hotel Touring. Comodissimo, in pieno centro storico e a poca distanza da Piazza delle Erbe, hotel 3 stelle con arredi eleganti e moderni.
  • Hotel Milano & SPA. Hotel 3 stelle Superior con un servizio eccellente e camere eleganti e moderne. Un plus la terrazza panoramica con vasca idromassaggio e vista sull’Arena.
  • Relais Ponte Pietra. Posizione comodissima a pochi passi da Ponte Pietra, all’interno di un elegante edificio del XIII secolo e circondato da ristoranti e negozi.

Dove mangiare a Verona

  • La Piazzetta Osteria Enoteca, Corte S. Giovanni in Foro, 4/a. In un vicolo poco distante da Piazza delle Erbe dove mangiare un risotto all’Amarone squisito, bigoli e altri piatti locali. Bellissima la cantina con volte in mattoni.
  • Hosteria il Punto Rosa, Via Fratta, 12/A. Locale accogliente, propone piatti tipici e una buona selezione di vini.
  • Antica Bottega del Vino, Vicolo Scudo di Francia, 3. Locale storico, punto di ritrovo dei veronesi. Piatti deliziosi e una vasta carta dei vini.
Verona Pasticceria Flego

Shopping e soste golose

Verona è nota per la sua enogastronomia. In un giorno a Verona non puoi assolutamente perdere l’occasione di assaggiare i prodotti tipici della tradizione veronese e acquistare un souvenir goloso da portare a casa!

  • La Botteghetta, Via Leoncino 31. Prodotti tipici del territorio come salumi, formaggi, vino e pane fresco.
  • Pasticceria Flego, Corso Porta Borsari. Pasticceria storica di Verona, perfetta per una sosta golosa con caffè e pasticcino ma anche per acquistare il tradizionale Pandoro e il Nadalin nel periodo natalizio.
  • Michele Turco 1909, Corso Sant’Anastasia, 2. La specialità è il classico Pandoro di Verona, da assaggiare anche la Nuvola all’albicocca e i biscotti di frolla.
  • Bacco Verona – Enoteca Baraldi, via Ponte Pietra, 15. Enoteca con una vasta scelta. Il proprietario è gentilissimo e disponibile a dare spiegazioni sui vini locali.

Lascia un commento

* Utilizzando questo modulo accetti la memorizzazione e la gestione dei tuoi dati da parte di questo sito web.

chi sono

Monica Bruni

Monica Bruni

Sono Monica. Amo la bellezza in ogni sua forma: i viaggi, l'arte, i libri, la fotografia e tutto ciò che viene creato con anima e passione. Scrivo guide di viaggio slow e itinerari alla scoperta di attimi di vita vera. Cerco sempre nuove strade, in viaggio e nella vita, che portino lontano dalle rotte più battute.
Leggi di più su di me

dove vuoi andare

Iscriviti a

PourParler

La newsletter in cui chiacchiereremo in modo un po’ informale di cose che ho fatto, letto, visto, mangiato, vissuto e che, forse, potrebbero interessarti.

SEGUIMI SUI SOCIAL