Trekking nel Grossarltal - Salisburghese

Estate nel Salisburghese: natura e benessere nel Grossarltal

0 commento
Home » Estate nel Salisburghese: natura e benessere nel Grossarltal

Situata nel sud del Salisburghese, la Valle del Grossarltal si trova ai piedi degli Alti Tauri ed è una destinazione perfetta per gli amanti delle vacanze estive in montagna, grazie alla sua splendida natura incontaminata e una vasta scelta di attività all’aperto che soddisfano le esigenze di ogni visitatore. Questa valle, conosciuta anche come la “Valle degli alpeggi”, offre panorami straordinari e un’esperienza autentica della vita di montagna in Austria.

È la terza volta che torno nel Salisburghese, in diverse stagioni, e sono certa che non sarà l’ultima perché mi sono innamorata di questa regione. Dopo avere visitato Salisburgo con i suoi mercatini di Natale e il Tennengau, quest’anno ho dedicato qualche giorno al trekking sui sentieri del Grossaltal. Se ti stai chiedendo se vale la pena trascorrere una vacanza estiva tra queste montagne, continua a leggere. Sono certa che alla fine di questo articolo non avrai dubbi e non vedrai l’ora di andarci anche tu.

Trekking laghetto Spiegelsee Grossarl

Perché fare una vacanza estiva nel Salisburghese

Il Salisburghese, con la sua combinazione unica di cultura, storia e paesaggi naturali, offre un rifugio estivo ideale lontano dal trambusto della vita quotidiana. La regione è rinomata per i suoi paesaggi alpini spettacolari, le sue tradizioni culturali, non dimentichiamo che Salisburgo è la città dei festival musicali, e tante attività all’aria aperta per escursioni a piedi!

Il Grossarltal è una meta ideale per chi ama le escursioni in montagna. Troverete tantissimi sentieri facili percorribili da tutta la famiglia, adatti a chi ama stare in mezzo alla natura senza fare troppa fatica. E grazie alle cabinovie che partono dal centro di Grossarl potrete arrivare in vetta in pochi minuti e godere di un panorama unico!

Sul sito dell’ente del Turismo della regione del Grossarltal, trovate delle offerte speciali per le famiglie che comprendono hotel o appartamento, e mini-tour con pernottamento in malga ed escursioni brevi adatte anche ai bambini più piccoli. Qui potete leggere tutte le informazioni sul Family Trekking.

Un altro buon motivo per fare una vacanza estiva nel Salisburghese è certamente la qualità delle strutture ricettive e dei servizi offerti. Hotel e ristoranti hanno sempre soluzioni per chi viaggia in famiglia, è facile trovare camere ampie e confortevoli, e menu per i più piccoli. Ma non mancano zone adults only e Spa per chi cerca tranquillità e benessere per un viaggio in coppia.

Cosa fare nella valle di Grossarltal: natura, sentieri e relax

Se stai pensando a una vacanza rilassante tra le montagne dell’Austria, scegliere la valle del Grossarltal è un’ottima scelta. Grossarl è un piccolo paesino dalla tipica e affascinante architettura alpina, con case e giardini curati, e circondato da dolci alpeggi, prati verdissimi e foreste. Se ami la tranquillità e il contatto con la natura, qui starai benissimo, ma le cose da fare non mancano.

Trekking tra i monti del Parco Nazionale degli Alti Tauri

Il Grossarltal, immerso nello scenario alpino del Parco Nazionale degli Alti Tauri, è un vero paradiso per gli appassionati di escursioni e trekking. Con oltre 400 km di sentieri ben segnalati, la valle offre itinerari per ogni livello di difficoltà, dai semplici percorsi per famiglie fino alle più impegnative escursioni alpine con vie ferrate e percorsi in quota per gli appassionati di trekking e arrampicata.

Da Grossarl puoi raggiungere Hüttschlag, che si trova all’ingresso del Parco Nazionale, in auto, in bici, attraverso una comoda ciclabile, o in autobus (per chi alloggia negli hotel della valle costa solo 1€). Da qui parte una semplice passeggiata per raggiungere il laghetto Otzelsee. All’inizio del sentiero ti suggerisco di fare subito una piccola deviazione per raggiungere la cascata Kreealm dove potrai scattare bellissime foto e nelle giornate più calde sarà piacevole sentire gli spruzzi d’acqua che raggiungono il punto panoramico.

Poco prima del laghetto, sulla sinistra troverai segnalato il percorso Kneipp nella natura. Supera il cancelletto, togliti le scarpe e inizia a passeggiare nell’acqua fresca, il beneficio sarà immediato!

A Hüttschlag troverai anche il piccolo Museo del Parco Nazionale Alti Tauri. Ti consiglio di visitarlo, al suo interno troverai informazioni sulla regione e potrai scoprire come si vive ancora oggi in una malga tra queste montagne.

Accanto al museo fermati a pranzo alla Gasthof Talwirt. Io ho assaggiato i tipici käsespätzle, deliziosi e saporiti gnocchetti austriaci al formaggio.

Il sentiero delle malghe

La valle del Grossarltal con i monti circostanti, fa parte del “Sentiero delle malghe” (Almenweg) salisburghese. Grazie ai numerosi sentieri che attraversano le montagne tra verdi alpeggi, boschi e laghi fino alla vette panoramiche, è possibile riscoprire il sapore autentico della regione in una delle 40 malghe dove gli escursionisti possono fermarsi per una merenda con i prodotti tipici. La pausa pranzo si fa con il classico Brettljause, il tagliere di salumi e formaggi accompagnato da burro, sottaceti e pane contadino cotto al forno. Per dissetarti dopo la camminata scegli una birra locale o un bicchiere rinfrescante di acqua profumata al sambuco.

malga Breitebenalm - Grossarl - Salisburghese

Partendo da Grossarl puoi fare una splendida escursione iniziando dalla malga Breitebenalm, dove è possibile soggiornare e trovare giochi per i bambini e gli animali. Da qui parte il sentiero che, in circa 50 minuti, ti porterà alla malga Karseggalm, la più antica della regione, con ben 400 anni di storia. All’interno sembra di tornare indietro nel tempo: qui non c’è elettricità e la famiglia, durante le estati in malga, dorme nel soppalco con il pavimento in argilla. I grandi bollitori di rame sul fuoco scoppiettante al centro della malga creano un’atmosfera suggestiva, mentre i formaggi “Knetkäse” appesi ad affumicarsi aggiungono un tocco di autenticità. All’esterno, un piccolo parco giochi e gli animali da accarezzare offrono divertimento per tutta la famiglia.

Lungo la strada verso la malga Breitebenalm, ti suggerisco di fermarti per qualche minuto nella frazione Au di Grossarl per ammirare la suggestiva Via Crucis costruita da Georg Gruber (“Maurer Schorsch”). Questo luogo di forza e tranquillità comprende la Cappella Hubertus, cinque piccole cappelle raffiguranti le stazioni della Via Crucis e un presepe con un paesaggio alpino. La creazione di questo percorso, iniziata negli anni ’80, rappresenta il “lavoro di una vita” di Gruber, realizzato con materiali trasportati faticosamente a mano. Oggi, l’Associazione Turistica Grossarltal ne cura la manutenzione e ha creato tre sentieri escursionistici che vi conducono, offrendo ai visitatori un’esperienza unica e riflessiva nel cuore della natura.

sentiero delle malghe salisburghese

Le funivie panoramiche

Dal centro di Grossarl, gli impianti di risalita permettono di raggiungere in pochi minuti i sentieri panoramici in vetta. Puoi prendere la funivia Panoramabahn per una splendida escursione. All’arrivo, una strada sterrata con poco dislivello conduce fino al Kreuzkogel, offrendo una vista spettacolare su tutta la valle e le cime degli Alti Tauri, innevate tutto l’anno. Presso il punto panoramico, sono state installate chaise longue e un’altalena per rilassarsi e scattare foto. Il percorso prosegue lungo la cresta fino al Kieserl.

Lungo il percorso ti suggerisco una deviazione verso il laghetto Spiegelsee. Anche se allungherà l’escursione di circa un’ora, ne vale la pena per la vista panoramica e la tranquillità che si respira lungo le rive di questo piccolo lago di montagna dall’acqua turchese.

Dal laghetto puoi tornare alla cima del Kieserl attraverso la strada sterrata o puoi prendere una scorciatoia per uno stretto sentiero un po’ più ripido. Raggiunta la cresta puoi fermarti a mangiare al ristorante Wolke 7, che dispone di una bellissima terrazza panoramica a 360° con una vista meravigliosa. Da qui, puoi riscendere a valle con la nuova cabinovia Kieserlbahn. Naturalmente, il tour può essere percorso anche nella direzione opposta.

Leggi qui tutte le informazioni su orari e costi delle cabinovie.

Trekking Grossaltal - salisburghese

Visitare la gola di LiechtensteinKlamm

Visitare la gola di Liechtensteinklamm è un’esperienza indimenticabile! Situata a St. Johann im Pongau, questa gola, lunga 4 km, è una delle più profonde e impressionanti delle Alpi. Si cammina tra pareti rocciose alte fino a 300 metri, attraversando ponti e passerelle che offrono viste spettacolari su cascate e acque spumeggianti. Lungo il percorso troverai anche la spettacolare scala a chiocciola “Helix, una meraviglia architettonica in acciaio costruita recentemente per mettere in sicurezza il percorso.

La gola di Liechtensteinklamm è aperta al turismo da 150 anni. Gli abitanti della zona avevano iniziato a costruire le passerelle per permettere ai turisti di visitarla ma presto finirono i fondi. In loro aiuto arrivò il Principe Giovanni II del Liechtenstein, che visitò la zona e decise di finanziare l’apertura della gola al pubblico nel 1875, da qui il nome di Liechtensteinklamm. L’opera ebbe subito un grande successo, tanto che nell’estate del 1876 ottenne 12.000 visitatori.

Leggi la guida completa sulla gola di Liechtensteinklamm per organizzare la tua visita.

Dove dormire a Grossarl: Hotel Tauernhof

Per una vacanza all’insegna del benessere e del relax nel Grossarltal, l‘Hotel Tauernhof è la scelta ideale. Le camere, spaziose e arredate con gusto, offrono un ambiente accogliente e confortevole dove rilassarsi dopo una giornata di escursioni. I terrazzi delle camere con vista sulle montagne aggiungono quel tocco in più che rende il soggiorno ancora più piacevole il soggiorno.

La Spa del Tauernhof è un vero paradiso per gli amanti del benessere. Con piscine esterne ed interne, una piscina a sfioro con getti idromassaggio, e una vasca idromassaggio di 50 metri quadrati, c’è l’imbarazzo della scelta su dove rilassarsi! L’acqua calda delle piscine e la vista sulle montagne circostanti creano un’esperienza di immersione unica. Inoltre, l’area sauna e le spaziose sale relax con succhi e tisane gratuite permettono di staccare completamente la spina, godendo di momenti di pace e tranquillità.

Anche la cucina è stata una piacevole scoperta, non solo per il ricchissimo buffet della colazione che offre frutta fresca, pane appena sfornato, salumi, formaggi, yogurt, cereali, e un’ampia selezione di succhi di frutta e bevande. A cena vengono proposte specialità locali e internazionali preparate con ingredienti freschi e di alta qualità.

Per chi desidera mantenersi in forma anche in vacanza, l’hotel offre una palestra ben attrezzata e lezioni di yoga, ideali per ricaricare corpo e mente.

Come arrivare nel Grossarltal dall’Italia

Raggiungere Grossarl dall’Italia è semplice e offre diverse opzioni per tutti i tipi di viaggiatori.

  • In auto, potete seguire l’autostrada A22 del Brennero fino a Innsbruck, poi proseguire sulla A12 verso Salisburgo e infine seguire le indicazioni per Sankt Johann im Pongau e Grossarl.
  • L’aeroporto più vicino è quello di Salisburgo che si può raggiungere da Milano e Roma con scalo a Francoforte. Dall’aeroporto di Salisburgo si può noleggiare un’auto o prendere un treno per Sankt Johann im Pongau e da qui raggiungere Grossarl in autobus o in taxi. Da altre città italiane si può volare a Monaco di Baviera per poi raggiungere Grossarl con un’auto a noleggio o in treno.
  • Un’altra opzione comoda e rilassante è il treno notturno: potete prendere un treno notturno ÖBB Nightjet  da diverse città italiane fino a Salisburgo, e poi proseguire con un treno regionale fino a Sankt Johann im Pongau e infine con un autobus fino a Grossarl.

Lascia un commento

* Utilizzando questo modulo accetti la memorizzazione e la gestione dei tuoi dati da parte di questo sito web.

chi sono

Monica Bruni

Monica Bruni

Sono Monica. Amo la bellezza in ogni sua forma: i viaggi, l'arte, i libri, la fotografia e tutto ciò che viene creato con anima e passione. Scrivo guide di viaggio slow e itinerari alla scoperta di attimi di vita vera. Cerco sempre nuove strade, in viaggio e nella vita, che portino lontano dalle rotte più battute.
Leggi di più su di me

dove vuoi andare

Iscriviti a

PourParler

La newsletter in cui chiacchiereremo in modo un po’ informale di cose che ho fatto, letto, visto, mangiato, vissuto e che, forse, potrebbero interessarti.

SEGUIMI SUI SOCIAL