fbpx
Home » Oasis Park Fuerteventura: il parco che si prende cura degli animali

Oasis Park Fuerteventura: il parco che si prende cura degli animali

di Monica
Giraffa - Oasis Park Fuerteventura

Fuerteventura non è solo mare e spiagge ma quest’isola, come tutte le Canarie, è soprattutto natura.

Un modo per conoscere meglio la natura di Fuerteventura è passare una giornata all’Oasis Park, il giardino zoologico e parco botanico più grande delle Canarie.

Ma perché andare alle Canarie per passare una giornata in uno zoo?

Non nego che prima di entrarci non ero molto convinta di questa visita. Io amo gli animali e mi dispiace vederli in confini ristretti. Ma, una volta varcato l’ingresso, ho scoperto che l’Oasis Park non è un normale zoo, qui gli animali vengono recuperati e, quando possibile reinseriti nella natura.

Alla fine questo posto mi ha incantata e ho passato una giornata bellissima a fotografare musetti buffi e a dare carote e mele alle giraffe!

oasis park fuertevntura

Vi spiego perché se andate in vacanza a Fuerteventura non potete perdervi una visita all’Oasis Park.


Compra i biglietti per l’Oasis Park Fuerteventura 


Fuerteventura Oasis Park

Definire l’Oasis Park di Fuerteventura uno zoo è restrittivo. La maggior parte degli animali che si trovano in questo giardino zoologico sono stati sequestrati a privati che li avevano acquistati illegalmente o arrivano da altre strutture che non possono più mantenerli in condizioni di sicurezza.

È uno spazio molto grande e in continua crescita per creare un ambiente il più naturale possibile per gli animali.

All’Oasis Park sono ospitati più di 3 mila animali di 250 specie differenti. La flora e la fauna sono in perfetta armonia per ricreare gli habitat naturali per gli animali ospitati. In questo parco vengono ospitati solo animali che possono ritrovare il loro ambiente naturale nel clima e nella natura di Fuerteventura. Per questo la maggior parte delle specie presenti sono originarie del continente africano.

Zebra all'Oasis Park FuerteventuraL’Oasis Park ha tre obiettivi: conservazione, educazione e ricerca.

Non immaginatelo solo come un parco giochi per bambini. L’Oasis Park vuole educare le persone al rispetto della biodiversità, degli ecosistemi e dell’ambiente. Sia i bambini che gli adulti qui possono comprendere l’importanza di un turismo ecosostenibile mirato alla conservazione degli habitat e degli stili di vita locali.


Cerca un hotel a Fuerteventura


Oasis Park per la salvaguardia degli animali

L’Oasis Park collabora, insieme ad altri zoo, a diversi programmi per la salvaguardia di alcune specie animali che oggi sono in via di estinzione a causa della caccia o della deforestazione di alcuni territori.

La salvaguardia della specie è uno dei motivi per cui alcuni animali vengono allevati in cattività come le gazzelle di Curvier, le tartarughe giganti, gli elefanti africani, i cammelli e diverse specie di uccelli.

Savana all'oasis Park FuerteventuraI biologi del parco, in collaborazione con altre strutture europee, hanno studiato un programma di alimentazione specifico per ogni specie presente nel parco per consentirne la sopravvivenza. Ogni animale ha la sua dieta personalizzata, soprattutto per coloro che sono arrivati qui con problemi di salute e devono essere curati anche attraverso la giusta alimentazione.

Come vengono ricreati gli habitat naturali all’Oasis Park Fuerteventura

Talvolta, dopo essere stati curati, gli animali tornano alla libertà nei loro habitat naturali. Purtroppo non è sempre possibile perché alcune specie, come le scimmie, dopo aver vissuto a lungo a stretto contatto con l’uomo, assumono abitudini che non gli consentirebbero di sopravvivere in libertà.

Gli animali, in natura, impiegano buona parte del loro tempo a trovare il cibo, costruire nidi o difendere il proprio territorio. Per questo ogni giorno gli animali, vengono sottoposti a giochi ed esercizi per fargli svolgere compiti che mantengano allenate le loro capacità fisiche e mentali.

Oasis Park Fuerteventura elefante

Nella parte iniziale del parco sono presenti ancora alcune gabbie ma l’Oasis Park sta ampliando i propri spazi per garantire a tutti gli animali degli ambienti adeguati come la Savana che ospita antilopi, elefanti, zebre, ghepardi, ippopotami e giraffe.

Ad esempio, per le scimmie, che sono tra gli animali che più soffrono le reti, stanno realizzando un’isola circondata dall’acqua che, per loro, è una barriera naturale e liberarle così dalle gabbie.

Fenicotteri FuerteventuraUn altro esempio, che mostra l’impegno dell’Oasis Park per il recupero degli animali, sono i fenicotteri. Quelli presenti nel parco sono stati salvati dalla voliera di un hotel ed erano talmente in sofferenza che avevano perso il loro colore rosa. Qui sono stati curati e sono liberi di migrare come altri uccelli presenti nel parco. L’ambiente naturale ricreato per loro ha fatto in modo che riprendessero il loro colore e sono tornati anche a nidificare facendo nascere qui i primi cuccioli.

Oasis Botanic

L’Oasis Park non è solo animali ma comprende anche un grandissimo giardino botanico.

Giardino botanico FuerteventuraUna delle cose che più mi ha colpito alle Canarie è come la natura si sia sviluppata in questo ambiente vulcanico. In questo giardino botanico di oltre 250mila mq. Si trovano oltre 1500 specie tra piante tropicali, subtropicali, cactus e piante autoctone, oltre a una riserva dedicata agli uccelli migratori.

Alcune piante, come quelle tropicali si trovano all’interno del parco zoologico e vengono utilizzate non solo come piante ornamentali ma anche come foraggio per alcuni animali dello zoo.

Giardino botanico - cactus FuerteventuraMa la parte più affascinante è quella dedicata alle piante grasse, simbolo delle Isole Canarie. Qui si trovano oltre mille esemplari di diverse centinaia di specie provenienti da tutto il mondo.

Esperienze e spettacoli all’Oasis Park

All’Oasis Park è possibile partecipare ad alcune esperienze per entrare in contatto con gli animali.

Ad esempio è possibile dar da mangiare alle giraffe, sempre con il cibo preparato all’interno del parco, o interagire con i lemuri, accompagnati da una guida che spiega ai visitatori come comportarsi.

Spettacolo leoni mariniAlcuni animali amano interagire con l’uomo: giocare, essere nutriti direttamente dalle mani dell’uomo ed essere coccolati. Esattamente come molte specie comunemente ritenute domestiche.

Una delle esperienze più emozionanti è quella con i leoni marini. Nonostante le dimensioni di questi giganti del mare, è bello vederli giocare e si percepisce il legame fortissimo che hanno con chi se ne prende cura ogni giorno.

Ogni giorno all’Oasis Park si svolgono diversi spettacoli con i leoni marini, gli uccelli rapaci e i rettili a cui potete assistere. Questi spettacoli sono compresi nel costo del biglietto ma vi consiglio di prenotare anche alcune delle esperienze extra come quella con i lemuri o il bagno con i leoni marini per rendere la vostra giornata ancora più speciale.

Un’altra esperienza da fare è la passeggiata con i cammelli. In questo caso si esce anche dai confini del parco per arrivare ad ammirare la vista di Costa Calma. Un modo diverso per esplorare la bellezza di Fuerteventura.

Se questo post ti è piaciuto condividilo su Pinterest!

Pin Oasis Park Fuerteventura

 

12 commenti

You may also like

12 commenti

Lucy 18 Ottobre 2019 - 10:58

Bellissimo posto… luoghi del genere sono il futuro! Ti scrivo dall’Australia dove i parchi ormai sono tutti così, e per questo adoro visitarli. Sono ricreati gli ambienti degli animali in grandi spazi, e i parchi in contemporanea fanno un sacco di ricerca e programmi di conservazione ed educazione. Ho persino fatto la membership del parco della mia città 🙂

Rispondi
Monica 23 Ottobre 2019 - 10:38

Io così li trovo bellissimi e in certi casi mi piace vedere il rapporto che si instaura tra l’uomo e gli animali. Si percepisce l’amore e la cura, stupendo.

Rispondi
Sara Chandana 28 Giugno 2019 - 16:17

Da come lo descrivi sembra molto più di uno zoo e se è così potrei valutare una visita. Per me gli animali sono come amici e soffro nel vederli rinchiusi. Ma dalle tue parole traspare cura, oltre che il racconto di una bella esperienza. 🙂

Rispondi
Monica 1 Luglio 2019 - 20:36

Ti capisco, anch’io soffro a vederli rinchiusi e il primo impatto non è stato positivo ma quando la guida ha iniziato a raccontarci le storie dei singoli animali mi sono dovuta ricredere. Fanno davvero un gran lavoro per aiutare gli animali e salvaguardare le specie.

Rispondi
Claudia e Mattia 28 Giugno 2019 - 9:42

Ci piacciono un sacco gli animali! Il nostro sogno è di vederli nel loro habitat naturale! Per fortuna ci sono queste oasi che gli danno una vita dignitosa anche se sono in cattività!

Rispondi
Monica 1 Luglio 2019 - 20:32

Anch’io preferisco vederli nel loro habitat naturale ma devo dire che mi sono dovuta ricredere su questo posto. Fanno davvero un gran lavoro per salvaguardare le specie e per salvare animali in difficoltà.

Rispondi
Simona 26 Giugno 2019 - 21:41

Anche io di solito non amo molto quando gli animali sono costretti a stare in spazi ristretti che non sono il loro habitat naturale. Negli ultimi anni soprattutto mi oppongo a circo e zoo. Devo ammettere però che dopo averti letto, ho capito che la situazione qui è un po’ diversa perché gli animali vengono letteralmente salvati da situazioni più pericolose. Mi sono ricreduta in questo caso!

Rispondi
Monica 1 Luglio 2019 - 20:31

Penso che se fossi andata a Fuerteventura in vacanza e non con un viaggio per agenti non sarei mai entrata all’Oasis Park e invece sono contenta di averlo visitato con la guida perché ho proprio capito cosa fanno davvero per gli animali e il loro impegno per salvaguardare le specie.

Rispondi
patty_unanimainviaggio 25 Giugno 2019 - 11:17

Anch’io l’ho adorato e pure mia figlia!! Bellissimo anche il contesto, il giardino botanico di cactus è una meraviglia. Da amante di Fuerteventura, di cui ho scritto tantissimo (sono stata ormai 6 volte) io lo consiglio sempre l’Oasis Park. Brava, bell’articolo!

Rispondi
Monica 1 Luglio 2019 - 20:24

Che bello 6 volte a Fuerteventura! Anch’io spero di tornarci. E sono contenta di sapere che chi è stato all’Oasis Park si è potuto rendere conto di quello che fanno davvero per gli animali!

Rispondi
Claudia 25 Giugno 2019 - 11:01

Molto interessante e lodevole quello che fa questo parco! Spero che siano molti gli animali rimessi in libertà

Rispondi
Monica 1 Luglio 2019 - 20:23

Quando è possibile li rimettono in libertà ma purtroppo alcuni animali, dopo aver vissuto in cattività e a contattato con l’uomo, non sono in grado di sopravvivere a una vita in libertà.

Rispondi

Lascia un commento