Home » Lago di Como: cosa vedere e consigli di viaggio

Lago di Como: cosa vedere e consigli di viaggio

di Monica
0 commento
Varenna Lago di Como

Il Lago di Como è considerato tra i laghi più belli al mondo e quando deciderete di visitarlo capirete perché questa meta è così tanto amata dai turisti di tutto il mondo.

Varenna Lago di Como

I suoi panorami, con i monti che si tuffano nel lago, le ville eleganti, i piccoli borghi storici, hanno incantato artisti e scrittori, da Turner a Flaubert, Mary Shelley e Verdi, che qui compose alcune arie della Traviata, fino ad arrivare al jet-set internazionale dei nostri giorni che ha riportato il Lago di Como sulle copertine di tutto il mondo grazie alla presenza di George Clooney a Laglio.

Il Lago di Como è una meta ideale per un weekend romantico, per una vacanza in famiglia o tra amici ma anche per tutti gli appassionati di sport acquatici e di trekking, grazie ai numerosi sentieri panoramici che attraversano i monti e la realizzazione della Greenway.

In questo articolo vi voglio suggerire cosa vedere sul lago di Como e darvi alcuni consigli per organizzare al meglio il vostro viaggio, per fare in modo che non vi perdiate i luoghi più suggestivi anche in soli 2 o 3 giorni di soggiorno in questo angolo di Lombardia.

Dove si trova il lago di Como

Il Lago di Como è un lago prealpino a circa 50 km da Milano diviso tra le province di Como e Lecco. In realtà, quello che è comunemente noto come Lago di Como, è il Lago Lario che comprende i tre bacini di Como, Lecco e Colico.

Con la sua forma a Y capovolta, il lago di Como è il terzo lago Italiano per dimensione, dopo il Lago di Garda e il Lago Maggiore, e il più profondo con 410 metri di profondità.

Come muoversi sul Lago di Como

Come ogni luogo che si affaccia su uno specchio d’acqua, anche il Lago di Como, esprime tutto il suo fascino visto in navigazione. Per questo il modo migliore per muoversi sul lago è con i battelli di linea o con uno dei tanti servizi di taxi boat che troverai in tutti i borghi.

Il servizio pubblico di battelli è molto comodo e permette di spostarsi velocemente da una parte all’altra del lago. Potete acquistare i biglietti per le tratte singole o esistono dei biglietti giornalieri, più convenienti, che vi consentono di salire e scendere da tutti i battelli per un’intera giornata (ad esclusione solo dell’aliscafo).

Noi abbiamo preso il biglietto giornaliero che, per la parte centrale del lago, è costato 15 euro a persona.

Ci sono anche traghetti per le auto con cui potete attraversare velocemente il lago tra Bellagio, Menaggio, Cadenabbia e Varenna.

I battelli e i traghetti sono piuttosto frequenti, puoi trovare gli orari e i costi sul portale Navigazione Laghi.

Muoversi in Battello sul lago di Como - In viaggio con Monica

Una giornata in barca sul lago di Como

Se scegli di visitare il Lago di Como nella bella stagione, ti consiglio di trascorrere una giornata in barca.

In questo modo non solo avrai l’opportunità di vedere i borghi dal lago avvicinandoti alle ville e agli scorci più suggestivi per scattare mille foto come ho fatto io, ma potrai approfittarne per provare l’ebrezza di un tuffo nelle acque trasparenti del lago.

Ti consiglio queste escursioni:

Itinerario sul lago di Como: cosa vedere

Il Lago di Como è piuttosto grande ed è circondato da borghi graziosi e ville ricche di storia. Se vuoi visitarlo tutto avrai bisogno di una settimana circa.

Qui voglio suggerirti le tappe secondo me imperdibili per un itinerario di 3 o 4 giorni, come ho fatto io.

Cosa vedere a Como

Como si trova all’estremità meridionale di uno dei due rami del lago Lario ed è da qui che inizia il mio itinerario.

È una bella cittadina che si può visitare comodamente a piedi in un giorno. Se arrivi in auto ti consiglio di lasciarla al Parcheggio Centro Lago, è a pagamento ma è la soluzione più comoda per visitare il centro città.

A Como nacque e visse Alessandro Volta, l’inventore della pila e sono molti i luoghi a lui dedicati in città che ti consiglio di visitare:

  • Tempio Voltiano, dove sono conservati documenti e oggetti autentici appartenuti a Volta;
  • Life Elecrtic, il monumento dedicato ad Alessandro Volta realizzato dall’architetto Daniel Libeskind;
  • la Casa di Volta, in via Alessandro Volta 62, dove visse la sua famiglia e dove lui morì nel 1827;
  • la Statua di Volta, nella Centrale Piazza Alessandro Volta;
  • il Faro Voltiano a Brunate, raggiungibile con la funicolare e da cui si ha una bella vista sulla cittadina e il lago.

Il centro storico di Como ha diversi stili con edifici medievali, neoclassici e rinascimentali.

Da non perdere Piazza Cavour, il Duomo, il Palazzo del Broletto, il Teatro Sociale e la Porta Torre alla quale sono ancora collegati i resti delle mura.

A Como si incontrano le prime ville da visitare durante un itinerario sul lago:

  • Villa Olmo;
  • Villa Saporiti;
  • Villa Gallia,
  • Villa Geno.

Come viaggio in Italia che si rispetti, non si può dire di conoscere un territorio senza aver provato la cucina locale. La cucina lariana è caratterizzata dai sapori del lago e della montagna: carne, pesce e formaggi accompagnati dalla tipica polenta gialla o di grano saraceno.

Ti consiglio questi tour che ti accompagneranno a scoprire i produttori locali:

Tremezzo - In viaggio con Monica

Cernobbio

Cernobbio è il primo borgo dove fermarsi lungo la sponda ovest del Lago di Como.

Il cuore della cittadina è Piazza Risorgimento sul lungolago. Nella piazza, circondata dal alberi e ristorantini con i tavolini all’aperto, si trova il Monumento ai Caduti. Da qui partono i battelli per Como e gli altri borghi.

Nel centro storico si trova il Santuario di San Vincenzo, dedicato al Santo Patrono della cittadina e la Chiesetta della Madonna delle Grazie.

Cernobbio

Ville da visitare a Cernobbio:

  • Villa Erba, realizzata nel 1894 e commissionata da Luigi Erba, fratello dell’imprenditore farmaceutico Carlo. Oggi è un centro esposizioni e congressi che ospita eventi internazionali. È visitabile solo in alcuni periodi dell’anno. In alcuni periodi dell’anno vengono organizzate delle visite guidate del parco. Il biglietto è acquistabile sul sito di Villa Bernasconi.
  • Villa Bernasconi, una villa in stile Liberty commissionata dall’imprenditore tessile Davide Bernasconi alla fine dell’800. La villa ospita un museo interattivo che accompagna attraverso la storia della famiglia che l’ha abitata e delle Tessiture Seriche. Villa Bernasconi è aperta dal venerdì al lunedì dalle 10 alle 18. Il biglietto costa 5 euro ed è obbligatoria la prenotazione sul sito.
  • Villa Pizzo, lungo la strada per Moltrasio. Può essere visitata solo con visite guidate che accompagnano attraverso gli interni arredati con mobili d’epoca e i giardini. Le visite si svolgono nei weekend e sono prenotabili sul sito. Il biglietto costa 15 euro.
Villa Bernasconi

Laglio

Laglio ha avuto un picco di notorietà dal 2002 quando Villa Oleandra è stata acquistata da George Clooney e ha iniziato ad essere frequentata da molte star di Hollywood. Ma il “vip watching” non è l’unico motivo per visitare questa deliziosa cittadina sul lago di Como.

Il centro del borgo è fatto di stradine curate e case in pietra e il lungolago è costellato di meravigliose ville, oltre a quella del celebre attore.

Famosa è la piramide di Joseph Frank alta 20 metri e posizionata nel cimitero comunale.

Inoltre da Laglio partono numerosi sentieri che attraversano il Monte Colmegnone e che offrono una vista strepitosa sul lago. Uno di questi porta alla Grotta della Buca dell’Orso, una grotta carsica, profonda centinaia di metri e con un lago sotterraneo e dove fu ritrovato lo scheletro di un orso delle caverne oggi conservato nel Museo di Storia Naturale di Milano.

Argegno

Argegno è un delizioso borgo medievale che incontrerai percorrendo la Strada Regina lungo la riva occidentale del Lago di Como.

Le sue case colorate affacciate sul lago mi hanno subito colpita e convinta a fermarmi per un gelato nella graziosa piazzetta. Da qui partono dei vicoli che portano al borgo in pietra e al ponte romano sul fiume Telo.

Da Argegno parte la funivia per Pigra, un piccolo borgo da dove in pochi minuti si arriva a un belvedere che offre una panorama spettacolare sul lago e la valle Intelvi.

Argegno Lago di Como

Isola Comacina

L’Isola Comacina è l’unica isola del lago di Como e può essere raggiunta con il servizio di Navigazione Lago di Como o in taxi-boat da Ossuccio.

L’isola ebbe un ruolo determinante nella storia comasca in epoca romana e nel medioevo grazie alla cinta muraria e a uno strategico sistema di fortificazioni per il quale ancora oggi viene chiamata castello. Nel 1169 però fu rasa al suolo dai comaschi, alleati del Barbarossa, e ritrovò nuova vita solo agli inizi del ‘900 quando diventò una colonia per artisti.

Nel 1900 furono avviate anche delle campagne di scavo che hanno portato alla luce un importante palinsesto archeologico di epoca romana e ad oggi è una delle aree archeologiche più interessanti dell’Italia settentrionale.

Isola Comacina - Lago di Como

Greenway Lago di Como

La Greenway del Lago di Como è una passeggiata di 10 km che tocca sette borghi del versante occidentale: Colonno, Sala Comacina, Ossuccio, Lenno, Mezzegra, Tremezzo e Griante.

È un trekking facile che alterna sentieri a tratti sulla Via Regina passando all’interno dei borghi e accanto ad alcune delle ville più belle.

Il percorso è ben indicato, potete percorrere solo un breve tratto o è un bel modo per trascorrere una giornata sul lago immersi nella natura godendo di panorami meravigliosi.

Lenno

Lenno, da qualche anno ormai, fa parte, insieme a Ossuccio, Mezzegra e Tremezzo, del comune di Tremezzina (i comuni si sono uniti nel 2014), da cui prende il nome anche questo tratto di costa del Lago di Como.

Si trova in quello che è definito il “Golfo di Venere”, delimitato dal Promontorio di Laveno. Il borgo è un piccolo centro con una bella passeggiata sulla riva del lago ma l’attrazione principale di Lenno è Villa del Balbianello chi si trova all’estremità del promontorio.

Villa Balbianello Lago di Como

Villa del Balbianello

Villa del Balbianello fu costruita nel 1787, sulle rovine di un antico monastero francescano, per volontà del Cardinale Durini.

Da allora ebbe diversi proprietari fino ad arrivare all’alpinista ed esploratore Guido Monzino che l’acquistò nel 1974 e la arredò con i cimeli provenienti dalle sue esplorazioni. Alla sua morte, nel 1988, Monzino lasciò Villa del Balbianello in eredità al FAI – Fondo Ambiente Italiano.

La Villa si trova in una posizione unica essendo il Promontorio di Laveno, l’unico promontorio del lago di Como ed è circondata da giardini curatissimi.

Villa del Balbianello deve la sua grande fama anche ad alcune produzioni cinematografiche. Qui infatti furono girate alcune scene di Star Wars – Episodio II – L’attacco dei Cloni e di Agente 007 – Casino Royale.

Il giardino è sempre visitabile e il costo del biglietto è di 11 euro mentre per visitare gli interni è necessario prenotare sul sito del FAI e il costo del biglietto intero è di 22 euro. Sul sito trovate i prezzi dei bliglietti ridotti e per gli iscritti al FAI.

Villa Balbianello Lago di Como

Tremezzo

Tremezzo è una delle frazioni del Comune di Tremezzina.

La posizione centrale sulla riva ovest del Lago di Como, rende questo borgo una scelta ideale come base dove soggiornare per visitare il lago in battello.

A partire dal XVII secolo molte famiglie della borghesia europea scelsero questo tratto di costa per costruire le proprie residenze di vacanza. Sono sorte così numerose ville che hanno reso Tremezzo uno dei borghi barocchi più interessanti in Italia.

Cosa vedere a Tremezzo

  • Villa Carlotta, oggi un museo che ospita copolavori di Canova, Hayez e Thorvaldsen, circondata da un meraviglioso giardino botanico;
  • Villa Sola Cabiati, affacciata sul lago, ospita eventi e matrimoni;
  • Parco Civico Teresio Olivelli di Villa Meier;
  • Villa Amila, costruita nel 1931 dall’architetto Pietro Lingeri, in uno stile ispirato all’architettura navale che la differenzia dalle altre ville e la rende un importante esempio di architettura razionalista;
  • Chiesa Parrocchiale di San Lorenzo al cui interno si trovano affreschi di Luigi Tagliaferri.
Villa Carlotta Tremezzo

Menaggio

Menaggio è un borgo vivace, il suo centro ruota intorno a Piazza Garibaldi, affacciata sul lago e circondata da ristorantini e negozi.

Sebbene i dintorni offrano numerose opportunità di sport all’aperto, il borgo ha un’atmosfera rilassata ed è piacevole semplicemente passeggiare lungolago godendosi il panorama sulla riva opposta.

Con una passeggiata di circa 20 minuti dal centro si raggiunge Villa Mylius Vigoni, nella frazione di Loveno, una bella villa ottocentesca che ospita il Centro Italo-Tedesco per l’Eccellenza Europea. Gli interni hanno ancora gli arredi originali ed è circondata da un incantevole giardino all’inglese.

Da vedere a Maneggio ci sono la piccola chiesa di Santa Marta, incastonata tra le case di via Calvi, e la Chiesa di Santo Stefano, al cui interno sono conservati pregevoli affreschi e dipinti.

Oltre la Chiesa di Santo Stefano, una strada in salita porta ai resti delle antiche fortificazioni del castello di Menaggio.

Menaggio

Bellagio

Bellagio è conosciuta come la “perla del Lario” ed è la località più mondana del lago di Como. Ha una posizione unica, al centro del promontorio che divide i due rami del lago, di Lecco e di Como.

Il centro storico, chiamato semplicemente “il Borgo”, è un intreccio di viuzze sulle quali si affacciano boutique eleganti, negozietti di artigiani e ristoranti . Tra le tante stradine Salita Serbelloni è tra gli scorci più fotografati di Bellagio.

Sul lungolago i lussuosi hotel, frequentati da vip e personaggi dello spettacolo, ricordano il fasto del passato, quando qui venivano a trascorrere le vacanze i personaggi più illustri d’Europa. Tra tutti noterete lo storico Grand Hotel Villa Serbelloni costruito nel 1852 in stile neoclassico come villa privata della famiglia Frizzoni e trasformato in hotel nel 1872.

Bellagio

Altre cose da non perdere a Bellagio

  • I giardini di Villa Melzi, un grande parco affacciato sul lago che circonda la villa fatta costruire da Francesco Melzi d’Eril e ricco di suggestioni, dal giardino giapponese alla gondola veneziana;
  • Camminare fino a Punta Spartivento, l’estremità del promontorio dove si dividono i due rami del lago di Como;
  • Il parco di Villa Serbelloni, si trova alle spalle del Grand Hotel ma ha una gestione diversa ed è visitabile solo con visite guidate che potete prenotare sul sito dell’Ente di Promozione Turistica di Bellagio;
  • La Basilica di San Giacomo, una chiesa in stile romanico nella parte alta del borgo;
  • Il villaggio di Pescallo, un piccolo borgo raggiungibile con una scalinata dal centro di Bellagio.

Varenna

Varenna è un piccolo borgo sulla sponda orientale del Lago di Como e per me è il più romantico e suggestivo.

Se arrivi a Varenna in battello, per raggiungere il centro del borgo dall’imbarcadero dovrai percorrere la passeggiata degli Innamorati (o passeggiata dell’Amore), una passerella con una struttura metallica rossa che in primavera è ricoperta di fiori.

Il centro storico è un dedalo di vicoletti, viuzze e scalinate da cui cogliere con lo sgardo scorci panoramici sul lago e dove troverete negozietti e ristorantini.

Nel borgo di Varenna meritano una visita la Chiesa di San Giorgio e la Chiesa di San Giovanni Battista.

Cosa Vedere a Varenna

  • Villa Monastero è una delle ville più belle sul lago di Como. È una casa-museo, con all’interno gli arredi originali, circondata da un giardino botanico;
  • Giardini di Villa Cipressi, vicina a Villa Monastero, oggi è un hotel di lusso ma è possibile visitare il giardino;
  • Castello di Vezio, una fortificazione che sovrasta Varenna dall’alto. Oltre a un interessante percorso all’interno del castello, i giardini ospitano un centro di addestramento rapaci.

Varenna è una delle tappe del sentiero del Viandante, un percorso lungo 45 km che unisce i borghi della costa orientale del Lago di Como, da Abbadia Lariana a Piantedo.

Varenna - In viaggio con Monica

Dove dormire sul Lago di Como

Intorno al lago di Como troverai strutture di ogni tipo, dall’hotel lussuoso al piccolo b&b o appartamenti gestiti da privati ma in ogni caso tieni presente che i prezzi in questa zona sono piuttosto elevati.

Se è la prima volta che visiti il Lago di Como ti suggerisco di soggiornare in uno dei borghi del centro lago tra Lenno, Tremezzo, Bellagio e Verenna per poterti muovere comodamente in battello e visitare le principali località.

Nella mia ultima visita al lago di Como ho soggiornata a Villa Edy a Tremezzina. Un hotel con piscina dove rilassarsi a fine giornata nei periodi più caldi e con parcheggio gratuito dove poterla lasciare durante il giorno senza costi aggiuntivi quando volete prendere il battello. Si trova lungo la Greenway e in 15/20 minuti a piedi si raggiunge l’imbarcadero di Tremezzo.

Se hai trovato utile questo post condividilo su Pinterest!

Lago di como cosa vedere

You may also like

Lascia un commento