fbpx
Home » Baviera: 3 castelli da favola lungo la strada romantica

Baviera: 3 castelli da favola lungo la strada romantica

di Monica
Castello di Neuschwanstein - in Viaggio con Monica

Chiudete gli occhi e immaginate il castello delle favole. Sono sicura che anche voi, come me, avete visto proprio lui: Neushwanstein. Che sia un’immagine reale o la sua versione della Walt Disney, sicuramente non c’è nulla di più fiabesco.

Castello di Neuschwanstein - in Viaggio con Monica

Qualche anno fa, durante un viaggio in auto in Baviera, ho visitato 3 dei castelli più amati da re Ludwig: Neushwanstein, Hohenschwangau e Linderhof.
In realtà il loro aspetto fiabesco è dovuto più all’incredibile paesaggio che li circonda e alla maestosità della loro architettura che non alla loro storia, perché nella loro storia c’è poco di romantico. Ludwig era un personaggio introverso e solitario e a pochi era concesso l’ingresso nei suoi castelli. Nessuna storia, quindi, di principesse e feste sfarzose.
Venite con me: vi racconto il mio itinerario tra i più sfarzosi castelli del sud della Germania.

Castello di Hohenschwangau

Castello Hohenschwangau - in Viaggio con Monica

Il paesaggio intorno a Hohenschwangau e Neuschwanstein vi incanterà. In estate i vostri occhi si riempiranno del verde delle foreste che si riflettono nell’azzurro del lago. Mentre in inverno il bianco della neve renderà questi luoghi ancora più magici.
Sono stata in Baviera in agosto e il primo consiglio che voglio darvi, se anche voi visiterete questi castelli in periodi molto affollati, è: prenotate gli ingressi in anticipo alla biglietteria on line. Quando sono arrivata e ho visto la coda che arrivava al parcheggio sono stata davvero felice di essere stata previdente. Il biglietto per entrambi i castelli costa 25 euro ed è possibile solo la visita guidata. Spesso c’è coda anche per posteggiare o lungo la strada quindi, anche se avete già i biglietti in tasca, non arrivate lì all’ultimo minuto.
La visita inizia da Hohenschwangau, il castello dell’infanzia di Ludwig.

Hohenschwangau dettaglio - in Viaggio con Monica
Re Massimiliano II, padre di Ludwig, passeggiando in queste foreste, scoprì le rovine di un antico castello medioevale costruito nel 12mo secolo dai cavalieri di Schwangau e nel 1832 decise di restaurarlo per farne la sua residenza di caccia. Gli interni sono riccamente decorati e si ritrova in più punti il simbolo del cigno, Lohengrin, la cui leggenda ha ispirato anche le opere di Wagner, l’artista più amato da Ludwig.
Da qui Ludwig scelse il luogo dove costruire la sua nuova residenza e all’interno di una delle sale fece installare un telescopio per controllare l’avanzamento dei lavori del castello di Neuschwanstein.

Hohenschwangau - Monica Bruni - in Viaggio con Monica
Uscendo dal castello fate due passi intorno al lago, ci sono diversi sentieri che vi porteranno a scoprire splendidi scorci da fotografare.

Hohenschwangau e Neuschwanstein Lago Alpsee - in Viaggio con Monica

Castello di Neuschwanstein

Dalla biglietteria il castello di Neuschwanstein dista circa 1,5 km e, se volete, potete prendere una delle caratteristiche carrozze. Noi amiamo camminare e siamo andati a piedi in circa 40 minuti.

Castello di Neuschwanstein visto da Marienbrücke - in Viaggio con Monica
L’immagine del castello è famosissima, avete presente il castello della Disney, no? Ma quando ve lo trovate davanti è ancora meglio. È il castello delle fiabe, costruito in una posizione unica su una collina rocciosa, bianchissimo, con torrette e guglie e io ho iniziato subito a sognare principesse, cavalieri e storie fantastiche!

Castello di Neuschwanstein cortile interno - in Viaggio con Monica
In realtà, come vi ho già detto, Ludwig l’ha voluto per ritirarsi a vita solitaria e questo, secondo me, rende l’atmosfera un po’ più cupa e malinconica. Tutto il castello è ispirato alle saghe medioevali e alle musiche di Wagner ma non fu mai terminato.
Nonostante si ispirasse al medioevo, il castello era dotato delle più moderne tecnologie dell’epoca e Ludwig diede fondo alle casse dello Stato per il fasto dei suoi castelli.

Neuschwanstein - Monica Bruni -Travel Blogger - In viaggio con Monica
Se volete delle foto meravigliose del castello dovete fare ancora una passeggiata di 15 minuti per arrivare al ponte di Marienbrücke. Anche qui c’è da mettersi in coda e non è adatto a chi soffre di vertigini (è costruito a 90 metri di altezza su una gola), ma la vista merita davvero!

 

Hohenschwangau panorama lago Alpsee - in Viaggio con Monica

Hohenschwangau panorama da Neuschwanstein - in Viaggio con Monica

Castello di Linderhof

Linderhof fu la residenza preferita di Ludwig ed è l’unico che completò. È ispirato al Petit Trainon di Versailles ed è circondato da meravigliosi giardini alla francese dove cresce il Tiglio, da cui prende il nome.

Linderhof - in Viaggio con Monica
A Linderhof tutto rappresenta lusso, sfarzo e ricchezza agli eccessi. Gli interni in stile rococò sono grandiosi e tutto è stato creato sui gusti e le abitudini di Ludwig.
Come la sala degli specchi, realizzata per permettergli di scrivere durante la notte e riflettere meglio la luce. O il Tischlein-deck-dich, il “tavolo che si apparecchia da solo”. Ludwig, negli anni perse la sua bellezza, ingrassò molto e perse i denti. Questo tavolo poteva essere apparecchiato nelle cucine al piano di sotto e trasportato, attraverso uno speciale montacarichi, nella sala da pranzo di modo che il re non fosse visto durante i pasti nemmeno dai sui stessi servitori.
Ma quello che mi ha emozionato è la Grotta di Venere. Una grotta creata artificialmente all’interno della montagna con tanto di cascate decorate di fiori e un laghetto dove Ludwig amava cullarsi su una barca a forma di conchiglia e rimaneva lì, a meditare, ascoltando le musiche di Wagner. Nonostante la folla di turisti che avevo intorno sono riuscita a immaginarmi la grotta deserta con Ludwig, la sua musica e la sua solitudine. Forse era schizofrenico, forse era tormentato dalla sua presunta omosessualità, forse era solo eccentrico. Sperperò tutti i suoi beni alla ricerca di un fasto che placasse il suo malessere ma che, al contrario, lo portò a una tragica fine.

Linderhof Grotta di Venere - in Viaggio con Monica

Il nostro viaggio è continuato lungo la Strada Romantica ma delle cittadine visitate nei giorni successivi vi parlo nel post Baviera: 4 giorni in auto sulla Strada Romantica.

12 commenti

You may also like

12 commenti

Ale Carini 9 Ottobre 2018 - 11:39

Ho letto itinerario di 3 castelli … e ovviamente mi sono fiondata a leggere!!!
Questa estate una coppia di amici con la loro figlia piccola hanno fatto questo viaggio e mi sono innamorata dei loro racconti e delle loro foto!!
Quello che sogno da sempre di vedere è il secondo castello, quello che tu definisci, castello delle fiabe!
Sembra davvero uscito da un racconto di fantasia e immagino che ammirarlo con i miei occhi, mi emozionerebbe davvero tanto!
Grazie … ho sognato un pò con le tue parole e le tue foto!

Rispondi
Monica 9 Ottobre 2018 - 20:53

Grazie! Ti consiglio questo viaggio, è l’ideale per gli amanti dei castelli e anche tutta la Baviera merita una visita!

Rispondi
Anna Di 31 Agosto 2018 - 10:07

Ho fatto questo giro in moto tanti anni fa e mi è piaciuto tantissimo. Leggendo e guardando le tue splendide foto mi hai riportato indietro nel tempo ma soprattutto mi hai fatto venir la voglia di ritornarci. E’ bello vedere che dopo tanti anni quei posti sono rimasti gli stessi, hanno lo stesso fascino e non sono stati rovinati dal turismo di massa.

Rispondi
Monica 31 Agosto 2018 - 16:19

Io ci sono stata ad agosto e di turismo ce n’era parecchio ma era tutto molto tranquillo.

Rispondi
Katja 3 Agosto 2018 - 16:00

Lo scorso marzo ho visitato Monaco: davvero tante cose da vedere che non mi hanno permesso di far altro.
Sicuramente la prossima volta in Baviera sarà in giro per i castelli e sulla Strada Romantica: il castello di Neuschwanstein è il più famoso e la sua storia la conosco bene dato che adoravo Sissi e la storia della sua famiglia.

Mia madre c’è stata lo scorso inverno e ha beccato la neve: vedere i castelli con il paesaggio innevato è la fine del mondo!

Rispondi
Monica 13 Agosto 2018 - 18:27

Neuschwanstein con la neve è qualcosa di magico! Anche Monaco è una città stupenda che merita più giorni.

Rispondi
Raffi 6 Luglio 2018 - 10:12

Adoro questo tour fra i castelli. L’ho fatto tanti anni fa la prima volta e poi una seconda quando mio figlio aveva 8 anni. Lo rifarei di nuovo e questo post mi ha fatto tornare una voglia incredibile di farlo.

Rispondi
Monica 8 Luglio 2018 - 15:43

Io avrei già voglia di ritornarci, ci sono ancora così tante cose da vedere in questa zona!

Rispondi
hashtagmamme 3 Luglio 2018 - 22:04

Che luoghi meravigliosi,sembra davvero di stare in una fiaba.Come quelle che ci raccontavano da bambine.Un castello con una meravigliosa principessa e ovviamente il principe azzurro.La grotta di Venere e’spettacolare.Articolo bellissimo complimenti.

Rispondi
Monica 6 Luglio 2018 - 10:11

Grazie mille! Impossibile visitarli e non immaginare principi e principesse!

Rispondi
Vittoria 3 Luglio 2018 - 17:25

Eppure non sono per nulla una romanticona o una che vuole essere una principessa (preferirei essere come la Hack) ma adoro completamente questi castelli. È in wishlist da molto tempo un on the road tra i castelli della Baviera. Tu mi hai sicuramente invogliato ulteriormente!

Rispondi
Monica 6 Luglio 2018 - 10:01

Non serve essere romanticoni, la Baviera ha paesaggi meravigliosi ed è ricca di storia!

Rispondi

Lascia un commento