Duomo di Milano torri e statue

Visitare il Duomo di Milano: consigli, curiosità e biglietti

0 commento
Home » Visitare il Duomo di Milano: consigli, curiosità e biglietti

Visitare il Duomo di Milano dovrebbe essere una delle prime cose da fare in città. È il simbolo di questa città e ne rappresenta la storia. Imponente, maestoso, eterno. Il Duomo di Milano è molto più di una semplice cattedrale: è un simbolo di grandezza e spiritualità che si erge fiero nel cuore della metropoli lombarda. Con i suoi oltre sei secoli di storia, questa meravigliosa cattedrale gotica continua ad attrarre milioni di visitatori ogni anno, offrendo loro un viaggio attraverso il tempo e l’arte.

Se vuoi visitare il Duomo di Milano, esistono diverse soluzioni con biglietti distinti per l’interno, il museo e le terrazze. Puoi scegliere la parte che preferisci visitare in base ai tuoi interessi personali. In ogni caso il mio consiglio è di prenotare in anticipo per evitare lunghe code e avere la certezza di bloccare il tuo posto perché è un’attrazione molto richiesta e alcuni biglietti si esauriscono velocemente.

Facciata Duomo Milano
Foto by claudiodivizia

Informazioni utili per organizzare la visita al Duomo di Milano

  • Ricorda che per l’accesso alla Cattedrale è richiesto un abbigliamento adeguato, che copra spalle, gambe e scollature. Se visiti il Duomo in estate ricorda di portare con te qualcosa per coprirti.
  • La fermata della metropolitana “Duomo” si trova proprio nella piazza davanti alla Cattedrale. Puoi raggiungerla con la linea gialla e la linea rossa. Dalla Stazione Centrale puoi prendere la linea gialla della metro M3, Piazza Duomo è la quarta fermata in direzione San Donato.
  • L’ingresso del Duomo per visitare l’interno o per gli ascensori per le terrazze si trova sulla sinistra della cattedrale (lato Palazzo Reale). Se invece scegli la salita a piedi alle terrazze, dovrai accedere dall’ingresso a destra (lato Galleria Vittorio Emanuele II).
  • Per accedere al Duomo dovrai passare i controlli di sicurezza, ricorda di arrivare almeno 15 minuti prima dell’orario del tuo biglietto. Dovrai svuotare le tasche e aprire le borse. Non è possibile portare all’interno caschi, oggetti in vetro, valigie e borse voluminose. Se hai valigie puoi prenotare un deposito bagagli su Radical Storage dove si trovano tariffe molto convenienti.
  • Le terrazze sono visitabili in sicurezza e offrono una vista panoramica sulla città ma non le consiglio a chi soffre di vertigini. Prenota qui l’accesso alle terrazze scegliendo la salita in ascensore o a piedi.
  • Se sei a Milano un solo giorno ti suggerisco una visita guidata di 3 ore a cui io stessa ho partecipato, che unisce l’ingresso al Duomo e al Cenacolo Vinciano, oltre che un tour a piedi attraverso il Castello Sforzesco. È stata davvero molto interessante! Puoi acquistarla con cancellazione gratuita a questo link.
  • L’accesso al Museo e alla Chiesa di San Gottardo in Corte, è da Palazzo Reale, sul lato destro del Duomo. Ricorda che è chiuso il mercoledì.
  • Per visitare il Duomo nella sua interezza ti consiglio di acquistare il biglietto completo con ingresso al Duomo, al Museo e alle Terrazze. Puoi prenotarlo qui.
Duomo di Milano-Colonne Interne

Cosa sapere sul Duomo di Milano: le curiosità nascoste

Il Duomo di Milano, dedicato a Santa Maria Nascente, è uno straordinario esempio di architettura gotica ed è certamente tra le chiese più grandi al mondo ma sull’esatta classifica ci sono pareri discordanti, secondo qualcuno è la quarta chiesa più grande al mondo, secondo altri la quinta o addirittura la settima! Situato nella celebre Piazza del Duomo, il suo profilo distintivo è il simbolo della città e con i suoi oltre sei secoli di storia cela al suo interno un ricco tesoro di curiosità e misteri che svelano la sua straordinaria storia e il suo profondo legame con la città e il suo popolo.

Le statue e le torri del Duomo di Milano

Uno dei fatti più sorprendenti sul Duomo è la sua incredibile collezione di statue: ben 3.500 figure di santi, animali e mostri decorano le sue pareti e le sue guglie, conferendo alla facciata gotica una bellezza unica. Ogni statua racconta una storia, aggiungendo fascino e mistero a questa meraviglia gotica ma, tra le tante ce n’è una nota per essere ritenuta di ispirazione per la Statua della Libertà di New York. Si tratta de La Legge Nuova, una statua di Camillo Pacetti realizzata nel 1810 e ubicata sulla facciata del Duomo sopra la porta centrale.

Inoltre, il Duomo vanta oltre 135 torri, posizionate lungo l’intero profilo della cattedrale e anch’esse decorate con statue che possono essere ammirate dalle Terrazze.

Duomo di Milano torri e statue
Foto by BGStock72

Una Costruzione Lunga Sei Secoli

La costruzione del Duomo di Milano è iniziata nel lontano 1386, con i lavori che hanno avuto inizio dall’abside e si sono protratti per quasi sei secoli, fino al 1965. Questa lunga storia di impegno e dedizione testimonia la grandezza e la magnificenza di questa cattedrale, che continua a incantare i visitatori di tutto il mondo con la sua bellezza senza tempo.

A volere la realizzazione del Duomo fu Gian Galeazzo Visconti nello spazio che un tempo ospitava la Basilica di Sant’Ambrogio e la Basilica di Santa Tecla, entrambe distrutte da un incendio nel 1075.

Madonnina Milano
Foto by scaliger

La Madonnina: Una Protettrice Dorata

Uno dei simboli più iconici del Duomo è la Madonnina, una statua ricoperta di foglie d’oro che si erge a 108,5 metri d’altezza, dominando il panorama della città. Questa protettrice di Milano è stata innalzata nel 1774 e funge da parafulmine, proteggendo il Duomo e l’intera città dalle intemperie. Una curiosità interessante è che, per una legge degli anni ’30, nessuna costruzione in città poteva superare in altezza la Madonnina. Questo però accadde con la costruzione del Grattacielo Pirelli. Da allora, è diventata tradizione che ogni edificio che superi i 108,5 metri di altezza possegga una copia in scala della Madonnina sulla sua sommità, mantenendo così viva la sua presenza nel punto più alto della città. Copie della Madonnina sono state posizionate anche sui tetti dei nuovi grattacieli di CityLife.

Un’altra curiosità riguarda l’alabarda tenuta in mano dalla Madonnina. Durante le Cinque Giornate di Milano nel 1848, due patrioti issarono la bandiera italiana per segnalare alla cittadinanza l’evacuazione della città da parte delle truppe austriache. Da allora il Tricolore sventola sul Duomo in alcune giornate particolarmente importanti per la città e per l’Italia.

Leggi anche il mio itinerario a Milano a piedi di 1 giorno

Il Mistero del Sacro Chiodo

All’interno del Duomo è custodito un’importante reliquia: il Sacro Chiodo, uno dei chiodi usati per crocifiggere Cristo, miracolosamente ritrovato da Elena, madre dell’Imperatore Costantino. Questo chiodo si trova sospeso sopra l’altare maggiore, nel semicatino absidale ed è al centro di una cerimonia speciale, nota come il Rito della Nivola, che si ripete ogni anno nel mese di settembre. Durante la cerimonia, l’Arcivescovo di Milano viene sollevato fino a 40 metri d’altezza, a bordo di una sorta di ascensore a forma di nuvola, chiamato “nivola” per raggiungere il reliquiario. Il chiodo viene quindi tolto dalla nicchia nel soffitto e inserito all’interno di un reliquiario a forma di croce, che viene poi posizionato sull’altare maggiore per 40 ore per consentire l’adorazione dei fedeli, prima di essere riportato al suo posto.

Le Vetrate Monumentali

Il Duomo vanta anche 55 vetrate monumentali realizzate tra il Trecento e il Novecento. Da ammirare sono certamente quelle dell’abside che narrano storie del Vecchio e Nuovo Testamento e dell’Apocalisse con i loro colori vivaci e le loro intricati disegni creando un suggestivo gioco di luci e ombre sul pavimento del corridoio che corre tutto intorno all’altare.

Vuoi scoprire tutte le curiosità sul Duomo di Milano? Prenota subito questo tour di 3 ore che comprende il biglietto di ingresso al Duomo di Milano e al Cenacolo Vinciano.

Statua San Bartolomeo

La Statua di San Bartolomeo

Tra le statue più strane e misteriose del Duomo c’è sicuramente quella di San Bartolomeo scorticato, realizzata da Marco d’Agrate nel 1562. Il santo fu martirizzato in Armenia per la sua fede cristiana e viene rappresentato con la pelle scorticata adagiata sulle spalle. In origine fu collocata sulla piazza ma era così spaventosa che fu spostata all’interno della chiesa per non turbare i passanti più sensibili. Il corpo del santo è rappresentato in ogni minimo dettaglio come uno studio accademico di anatomia, materia che suscitava un grande interesse nel Cinquecento.

Powered by GetYourGuide

I Marmi del Duomo di Milano

Uno degli elementi distintivi del Duomo di Milano è sicuramente l’uso straordinario del marmo dal colore biancorosa. Questo materiale pregiato proviene dalle Cave di Candoglia in Val d’Ossola e giunge al Duomo trasportato su barconi attraverso il Lago Maggiore e il fiume Ticino fino al Naviglio Grande. Per distinguere i barconi che trasportavano il marmo destinato alla costruzione del Duomo, venivano contrassegnati con le lettere AUF, acronimo di “Ad Usum Fabricae”, dando origine all’espressione “a ufo”, cioè gratis, poiché queste imbarcazioni erano esentate dai pagamenti daziari.

All’interno del Duomo si ergono ben 52 colonne di marmo, conferendo all’ambiente un’imponente atmosfera gotica. Il marmo non solo offre una bellezza senza pari, ma anche una struttura solida e duratura. Tuttavia, per mantenere la sua lucentezza e integrità nel corso dei secoli, il marmo richiede una manutenzione costante, poiché tende ad assorbire l’umidità e a sporcarsi facilmente.

Ma non sono solo le colonne a stupire con la loro magnificenza: anche il pavimento del Duomo è un vero capolavoro. Realizzato con tre tipi di marmo differenti – il grigio-rosato di Candoglia, il nero di Varenna sul Lago di Como e il rosso d’Arzo nel Canton Ticino – il pavimento presenta un motivo decorativo composto da grandi formelle quadrate su cui è ripetuto un elegante disegno geometrico floreale.

Biglietti per il Duomo di Milano

Per visitare il Duomo di Milano in autonomia, puoi scegliere tra diverse opzioni di biglietti. Ti consiglio di acquistare in anticipo i biglietti per evitare lunghe code:

  • Biglietto d’ingresso prioritario alla Cattedrale, a partire da 13,50€. Acquistalo qui
  • Biglietto d’ingresso prioritario per Duomo, Area Archeologica e Museo, a partire da 15,50€. Acquistalo qui.
  • Biglietto d’ingresso per la Cattedrale e le terrazze del Duomo, a partire da 26€. Questo è il più venduto acquistalo in anticipo.

Visite guidate del Duomo di Milano

Il modo migliore per conoscere tutti i segreti del Duomo di Milano è partecipare a una visita guidata in piccoli gruppi. Io l’ho fatto e posso garantirti che vale la spesa! Ecco i tour che ti consiglio:

  • Tour guidato della Cattedrale comprensivo di biglietto d’ingresso prioritario della durata di 1h. Acquistalo qui a partire da 38€
  • Tour guidato della Cattedrale e dei tetti con biglietto d’ingresso salta fila. Acquistalo qui a partire da 59€
  • Tour guidato di 3 ore di Milano con ingresso al Duomo e all’Ultima Cena. Questo è il tour a cui ho partecipato, oltre al Duomo potrai ammirare il capolavoro del Cenacolo Vinciano. È il più costoso ma è stata una bellissima esperienza. Si esaurisce in fretta, prenota qui il tour a partire da 119€ con cancellazione gratuita.

Lascia un commento

* Utilizzando questo modulo accetti la memorizzazione e la gestione dei tuoi dati da parte di questo sito web.

chi sono

Monica Bruni

Monica Bruni

Sono Monica. Amo la bellezza in ogni sua forma: i viaggi, l'arte, i libri, la fotografia e tutto ciò che viene creato con anima e passione. Scrivo guide di viaggio slow e itinerari alla scoperta di attimi di vita vera. Cerco sempre nuove strade, in viaggio e nella vita, che portino lontano dalle rotte più battute.
Leggi di più su di me

dove vuoi andare

Iscriviti a

PourParler

La newsletter in cui chiacchiereremo in modo un po’ informale di cose che ho fatto, letto, visto, mangiato, vissuto e che, forse, potrebbero interessarti.

SEGUIMI SUI SOCIAL