fbpx
Home » Cosa vedere a Malta in 3 giorni

Cosa vedere a Malta in 3 giorni

di Monica

Malta è un’ottima scelta per trascorrere un weekend. Si arriva in un paio d’ore di volo, il clima è buono quasi tutto l’anno, è un’isola piena di vita dove visitare cittadine ricche di storia e cultura ma anche dove rilassarsi al mare. In questo post voglio consigliarvi cosa vedere a Malta in 3 giorni.Ci sono talmente tante cose da fare e da vedere che 3 giorni sono davvero troppo pochi per conoscerla e si potrebbe tranquillamente passare a Malta anche una vacanza più lunga ma, grazie alle sue dimensioni ridotte, in un weekend è possibile visitare i principali luoghi di interesse dell’isola.

Malta è uno di quei luoghi con cui istintivamente sentivo un’affinità ancora prima di vederla con i miei occhi. Sebbene ne avessi sentito pareri contrastanti, sapevo già prima del mio weekend a Malta che quest’isola mi avrebbe incantata. E così è stato.

Vista Forte Sant’Angelo da La VallettaQualche informazione su Malta

Dove si trova Malta

Per comprendere Malta bisogna partire dalla sua geografia al centro del Mediterraneo che per secoli l’ha resa punto di incontro e scontro tra il mondo cattolico e il mondo arabo.

Malta è una nazione e fa parte dell’Unione Europea, è un arcipelago e oltre all’isola di Malta comprende Gozo, l’isola gemella e la piccola Comino, poco più di uno scoglio tra il mare turchese. Malta si trova a soli 90 chilometri dalle coste della Sicilia (solo mezz’ora di traghetto) e a circa 300 chilometri dalla Libia ed è raggiungibile dal Nord Italia in circa due ore di volo.

Proprio la sua posizione l’ha resa oggetto di conquista da parte di diverse popolazioni, ognuna delle quali ha lasciato la propria traccia nella lingua maltese che ancora oggi mostra influenze semitiche, romanze e germaniche.


Potrebbe interessarti leggere Weekend a Malta con Ax Hotels


Passeggiata sul porto - Le tre CittàUn po’ di storia di Malta

Malta è ricca di curiosità e leggende grazie anche al fascino dell’ordine dei Cavalieri di Malta che ne hanno influenzato la storia e la cultura.

L’ordine dei Cavalieri fu fondato nel XI secolo a Gerusalemme, inizialmente per assistere e difendere i pellegrini in Terra Santa durante le crociate. Dopo aver lasciato Gerusalemme e aver trascorso un periodo a Cipro e Rodi, si stabilirono a Malta nel 1530, dove rimasero fino al 1798 quando fu conquistata dalle truppe francesi di Napoleone, alle quali i Cavalieri che, dopo secoli di pace, erano ormai diventati più nobili e meno guerrieri, si arresero facilmente.

Il popolo però si ribellò alla conquista francese e dopo soli due anni vennero in loro aiuto gli inglesi che fecero di Malta una colonia britannica fino al 1964 quando ottenne l’indipendenza dal Regno Unito rimanendo però membro del Commonwealth.

Sia la presenza dell’Ordine dei Cavalieri che gli anni passati sotto la corona inglese, hanno lasciato una forte impronta sull’isola, dando le basi a una solida economia.

Malta Fontana dei Tritoni - In viaggio con MonicaQuando andare a Malta

La sua posizione vicina alle coste africane dà a Malta un clima gradevole tutto l’anno. Se volete viverla come una vacanza di mare i mesi migliori sono quelli estivi ma anche la primavera e l’autunno sono mesi gradevoli per visitarla.

Vista la forte componente cattolica, il Natale a Malta è molto sentito e anche dicembre potrebbe essere un mese gradevole per visitarla.


Potrebbe interessarti leggere Dove andare in vacanza a maggio


Come muoversi a Malta

Malta ha una fitta rete di autobus che collegano tutte le cittadine dell’isola. Il traffico però è piuttosto intenso a causa del gran numero di auto e delle strade strette e spesso gli autobus sono in ritardo perché rallentati dal traffico.

Per questo tra Sliema, Valletta e le 3 Città il mezzo più pratico è il traghetto che ha corse frequenti e il biglietto a/r costa solo 2,80 euro.

Per i mezzi pubblici potete acquistare una travel card turistica. Ce ne sono di diversi tipi e prezzi e alcune comprendono sia gli autobus che alcune corse sui ferry.

Cosa vedere a Malta in 3 giorni - Le Tre CittàSe volete fare un’esperienza diversa potete anche raggiungere le 3 città da La Valletta su una una tipica barchetta maltese, la dghajsa, condotta dai barklori, i barcaioli del posto.

Un altro modo per muoversi a Malta sono i taxi. Vi consiglio anche di scaricare l’app di Bolt (simile a Uber), uno dei mezzi più partici e convenienti per muoversi a Malta.

Se invece preferite muovervi in libertà e noleggiare un’auto ricordate sempre che a Malta la guida è a sinistra!

Malta: cosa vedere in 3 giorni

La Valletta

La Valletta è la capitale di Malta ed è patrimonio UNESCO dal 1980. Nonostante per superficie sia la più piccola capitale europea (meno di un chilometro quadrato!) è ricca di luoghi di interesse che vi consiglio di visitare.

Si entra nel centro storico dal Valletta City Gate, la porta della città recentemente ristrutturata da Renzo Piano insieme al Palazzo del Parlamento.

Passeggiando lungo Republic Street arriverete alla Concattedrale di St. John che conserva importanti opere del Caravaggio. L’ingresso costa 10 euro e comprende l’audioguida.

Dalla Cattedrale continuate a camminare per le stradine de La Valletta fino a Forte Sant’Elmo. Tornando indietro fermatevi agli Upper Barakka Gardens da cui potrete godere di una bellissima vista sulle Tre città e sul porto.

La Valletta - Palazzo Auberge de CastilleNon perdetevi anche l’Auberge de Castille, nell’omonima piazza, costruito dai Cavalieri dell’Ordine di Malta e il Grandmaster’s Palace, uno dei primi palazzi costruiti a  La Valletta quando fu fondata dai Cavalieri.

La sera vi consiglio una passeggiata lungo il Valletta Waterfront dove troverete tanti ristoranti per cenare con la vista sul mare e sul porto.

Sliema e St.Julian

Sliema e St. Julian sono la parte più moderna e vitale di Malta. Nelle stradine del centro storico di Sliema trovate le tipiche case con i balconcini colorati ma, a parte la bellezza delle case, qui non ci sono attrazioni particolari da visitare.

Sliema Malta

Questa però è la zona dove fare shopping a Bisazza Street o nel centro commerciale di Tigne Point.

La sera poi Sliema e Saint Julian sono il luogo della movida maltese, con tanti locali e ristorantini, e proprio per questo possono essere una delle zone migliori dove dormire.


Trova il tuo hotel a Sliema su Booking


Le Tre Città

Le tre città di Senglea, Vittoriosa e Cospicua si trovano nel golfo di Grand Harbour di fronte a La Valletta.

La più affascinante è Vittoriosa (o Birgu) dove si insediarono i Cavalieri al loro arrivo a Malta nel 1530 e ne fecero la loro capitale, prima di costruire La Valletta. Forte Sant’Angelo, che si può vedere anche dagli Upper Barakka Gardens, è uno dei simboli dell’Ordine dei Cavalieri, i quali proprio da qui resistettero al Grande Assedio Ottomano del 1565.

Vittoriosa Malta

Sono delle cittadine fortificate e la cosa migliore che potete fare è semplicemente passeggiare tra le loro stradine e le case di pietra color ocra con i tipici terrazzini maltesi colorati.

Blue Grotto

Una delle attrazioni naturali da non perdere a Malta è sicuramente Blue Grotto. Si tratta di un grande arco naturale modellato dal mare alto ben 43 metri.

Malta Blue GrottoFermatevi prima a vederlo dall’alto del Belvedere, lo spettacolo della roccia che spicca sull’azzurro del mare e del cielo è davvero sorprendente.

Vi consiglio poi di fare anche l’escursione sulla freigatina, una delle imbarcazioni tipiche maltesi, per vedere da vicino tutte le sfumature dell’acqua. Sono piccole imbarcazioni da 8 posti e vi faranno fare un giro di 20/30 minuti circa. Il biglietto costa 8 euro.

Se avete tempo proseguite lungo la costa ovest e andate a visitare le scogliere di Dingli Cliffs.

Marsaxlokk

Marsaxlokk è un antico villaggio di pescatori molto caratteristico. Oggi è diventato una tra le maggiori attrazioni turistiche di Malta anche grazie a Instagram. In effetti è un porticciolo super fotogenico grazie al contrasto tra le case di pietra calcarea, l’azzurro del mare e i coloratissimi luzzi, le tipiche barchette dei pescatori maltesi.

Malta MarsaxlokkSulla prua dei luzzi vengono disegnati gli occhi di Osiride per proteggere i pescatori dai pericoli del mare.

Vi consiglio di visitare Marsaxlokk all’ora di pranzo e di fermarvi a mangiare il pesce freschissimo in uno dei tanti ristorantini con i tavolini all’aperto.

La domenica si svolge il mercato. Personalmente l’ho trovato molto caotico e poco originale quindi, se potete, vi consiglio di visitare Marsxlokk in un’altra giornata.

Marsaxlokk MaltaMdina

Mdina è l’antica capitale di Malta prima dell’arrivo dei Cavalieri che la spostarono a Birgu (Vittoriosa). È una città medioevale circondata da fortificazioni e al suo interno troverete bellissimi palazzi dei nobili maltesi

È conosciuta anche come la Città Silente e camminando per le sue stradine capirete il perché. Oggi ci vivono solo 300 persone e camminando per le sue stradine penserete di aver fatto un salto nel tempo e di ritrovarvi nel Medioevo.

Mdina MaltaA Mdina si trova la Cattedrale di San Paolo. L’attuale cattedrale fu costruita nel 1693 sui resti della chiesa precedente che fu distrutta da un terremoto.

Per visitare la cattedrale negli orari di apertura (9:30 – 16:30 nei giorni infrasettimanali) del vicino museo dovete pagare un biglietto cumulativo che comprende sia la Cattedrale che il museo. Se invece ci andate negli orari di chiusura del museo potete entrare gratuitamente.

Cattedrale San Paolo Mdina MaltaUna curiosità: come in molte chiese di Malta, anche sulla facciata della cattedrale ci sono due campanili e due orologi. Si dice che uno dei due mostri un’ora sbagliata per confondere il diavolo.

Dai bastioni di Mdina avrete una bellissima vista su tutta la costa est di Malta e potrete vedere anche la Rotonda di Mosta, la chiesa più grande di Malta ispirata al Pantheon. Secondo una leggenda, durante la seconda guerra mondiale, una bomba di 200 kg cadde sulla chiesa senza esplodere. In realtà pare che fosse piena di sabbia e senza esplosivo ma una targa all’interno della chiesa riporta ancora questo episodio.

Tramonto a Saint Paul

La Baia di Saint Paul è il punto dove si dice che naufragò San Paolo. Dopo il Naufragio si fermò sull’isola per alcuni mesi e convertì Malta al cristianesimo.

Tramonto a Saint Paul MaltaOggi è una zona piuttosto turistica con molti hotel e locali. Qui si trova anche l’Acquario, una delle principali attrazioni di Malta per chi decide di visitarla con i bambini.

Durante il mio soggiorno a Malta ho alloggiato all’Ax Seashells Resort e sono capitata quasi per caso nella zona dell’Acquario all’ora del tramonto. Da qui può vedere uno dei più bei tramonti di Malta che vi consiglio di non perdervi!

Se questo post ti è piaciuto condividilo su Pinterest!

Pin cosa vedere a Malta in 3 giorni

14 commenti

You may also like

14 commenti

Sara Chandana 23 Dicembre 2019 - 12:31

Quando devo visitare i luoghi, ultimamente, prediligo quelli dove sono chiare le tracce del mondo arabo. Malta è una delle mete papabili per i viaggi futuri, quello che mi affascina anche è la somiglianza di alcuni suoi angolini con il mio Salento.

Rispondi
Monica 29 Dicembre 2019 - 19:11

Hai ragione, alcuni paesi mi hanno proprio ricordato il Salento!

Rispondi
Claudia e Mattia 20 Dicembre 2019 - 18:33

Sono stata a Malta solo per qualche ora durante una crociera, mi era piaciuta molto. Ora guardando le tue foto mi è tornata la voglia di andarci per scoprirla meglio.

Rispondi
Monica 29 Dicembre 2019 - 19:08

Ci andremo! 🙂

Rispondi
Maria Grazia Vinci 20 Dicembre 2019 - 13:06

Mi hai fatto proprio venire voglia di andare a Malta! In realtà è una meta che ho in mente da un po’, ma adesso grazie al tuo post ho le idee più chiare su cosa fare/vedere. Personalmente però vorrei fermarmi almeno 4/5 giorni. Devo iniziare a monitorare i voli!

Rispondi
Monica 20 Dicembre 2019 - 15:05

Se puoi è ancora meglio fermarsi 4 o 5 giorni! Potresti vedere anche Gozo che merita!

Rispondi
Annalisa trevaligie-travelblog 20 Dicembre 2019 - 11:55

Partiamo dal presupposto che mio marito non sale sull’aereo. Ho trovato quindi le linee delle Grimaldi Lines che traghettano fino a Malta. Ma purtroppo le tratte iniziano ad essere collegate nei mesi in cui noi lavoriamo!!! Due sono le cose: un sonnifero a mio marito, o vedere Malta quando andremo in pensione!

Rispondi
Monica 20 Dicembre 2019 - 15:04

Ma hai guardato anche i traghetti da Pozzallo? Dovrebbero esserci anche in inverno

Rispondi
Noemi 20 Dicembre 2019 - 9:34

A vedere le tue foto e leggere il tuo racconto di Malta, trovo molte somiglianze con la mia Siracusa. Del resto sono molto vicine. Eppure non sono mai stata a Malta. Mi sa che quest’anno mi devo proprio organizzare. Comincia a chiamarmi 😉

Rispondi
Monica 20 Dicembre 2019 - 14:54

Io non sono mai stata a Siracusa e me ne vergogno quasi un po’. Di sicuro Malta e la Sicilia hanno molto in comune, chissà che per me l’anno prossimo non sia quello buono per la Sicilia!

Rispondi
ANTONELLA MAIOCCHI 20 Dicembre 2019 - 8:53

Molto utile questa tua proposta di un week end lungo a Malta, non pensavo che in tre giorni si potesse fare anche se sono certa che meriterebbe di più. Mi ha incuriosito particolarmente la cittadina di Mdina forse proprio perchè è “silenziosa”

Rispondi
Monica 20 Dicembre 2019 - 14:52

Di sicuro merita di più, soprattutto se vuoi visitare anche Gozo 3 giorni non bastano, ma si riesce comunque ad avere un primo assaggio!

Rispondi
Falupe 19 Dicembre 2019 - 11:18

Malta è nella mia testa da tempo oramai e questo post mi sprona a raggiungerla presto. Mi interessa raggiungerla in moto e con molta probabilità la prox estate sbarcherò sull’isola. Incrociamo le dita 🙂

Rispondi
Monica 20 Dicembre 2019 - 14:48

In moto puoi prendere il traghetto dalla Sicilia ed è solo un’oretta. Andate anche a Gozo, in estate deve essere bellissima!

Rispondi

Lascia un commento